Home Economia Economia Italia

Rixi: in arrivo altri 13 milioni, Liguria modello per altre regioni e partner europei

2
CONDIVIDI
Programma Interreg: in arrivo 13 milioni di euro per la Liguria

GENOVA. 18 LUG. In arrivo 13 milioni di euro per 30 progetti che coinvolgono la Liguria. È quanto emerso durante il Comitato di Sorveglianza del programma Interreg Marittimo Italia-Francia 2014-2020 che si è svolto oggi a Cagliari e a cui ha partecipato l’assessore regionale allo Sviluppo economico e alla Cooperazione territoriale Edoardo Rixi.

“Abbiamo raggiunto un risultato importante – ha dichiarato Rixi – su 32 progetti finanziati con un budget complessivo di circa 60 milioni di euro la Liguria è presente in quasi la totalità e in 9 parteciperà come capofila: in 4 con Regione Liguria e in 5 con l’Università di Genova. La ricaduta complessiva sul territorio sarà di 13 milioni di euro, che si aggiungono ai circa 14 milioni dei progetti approvati nel precedente Comitato di sorveglianza”.

I progetti, a cui la Liguria partecipa come partner delle Regioni Paca, Corsica, Sardegna e Toscana, riguardano lo sviluppo economico – in particolare nelle aree di crisi industriale semplice e complessa – la portualità, l’economia del mare e la promozione dei prodotti turistici. Oltre alla Regione, sono coinvolti il sistema camerale ligure, Anci, Autorità di sistema portuale, l’Università di Genova ed enti locali.


“Le risorse sbloccate – ha aggiunto Rixi – si inseriscono nelle linee di pianificazione regionale e i progetti sono sinergici alle politiche del territorio. Grazie al buon lavoro svolto, portiamo in Liguria finanziamenti europei che ci consentiranno di avviare interventi importanti per esempio sull’ambientalizzazione dei porti, della ferrovia storica Genova-Casella, sulla promozione dei nostri prodotti tipici, dell’entroterra, della cultura locale,coinvolgendo anche l’Università e quindi puntando sull’innovazione. La Liguria, visti gli ottimi risultati raggiunti in termini di progetti europei approvati, si sta attestando come Regione modello anche per gli altri partner del programma”.

Ecco i principali progetti della Liguria approvati oggi.

Fondi in arrivo per la Ferrovia Genova-Casella e per i prodotti tipici

Regione Liguria è capofila del progetto TRENO – da 280mila euro – per la valorizzazione delle ferrovie storiche come la Genova-Casella. Inoltre, partecipa come partner a due progetti: Smart destination – da 304mila euro -, il cui obiettivo è la promozione del turismo in Liguria attraverso progetti pilota (osservatorio astronomico del Parco Antola per la fruizione di immagini satellitari a beneficio di appassionati, turisti e scuole) e TERRAGIR3 – da 276mila euro -, per la promozione di prodotti enogastronomici tipici del territorio.

Mare sicuro nelle Cinque Terre

La Liguria partecipa al progetto SICOMAR Plus – da 850mila euro – per l’installazione di piccole infrastrutture per il monitoraggio della navigazione (radar). I partner sono Arpal, Fondazione CIMA e Università di Genova.

Operazioni “mare pulito” con le associazioni di pescatori

Regione Liguria è capofila del progetto P.Ri.S.Ma.MED – da 670mila euro -, che prevede il coinvolgimento delle associazioni dei pescatori nelle attività di pulizia in mare, azioni pilota per lo smaltimento di rifiuti e reflui nei porti. Le Autorità di Sistema Portuale, l’Università, TIcass e il Comune di Savona sono coinvolti nei partenariati degli altri progetti approvati per ulteriori 2,5 milioni di euro.

Itinerari turistici alla scoperta delle tradizioni locali e circuiti museali etnografici

Regione Liguria, insieme al sistema camerale, partecipa al progetto GRITACCESS – da 1,2 milioni di euro – per il miglioramento dell’accessibilità fisica e la fruizione culturale dei musei etnografici per la promozione delle tradizioni popolari.

Integrazione Navebus-treno-bus a Genova

Regione Liguria e Comune di Genova partecipano come partner al progetto MOBIMART – da 1,2 milioni di euro – per l’integrazione degli orari e delle informazioni disponibili sulle diverse modalità di trasporto (nave, treno bus).

Riduzione dell’inquinamento acustico nel porto di Pra’-Voltri

Regione Liguria è capofila del progetto RUMBLE – da 650mila euro -, che vede anche coinvolti l’Autorità di sistema portuale e l’Università e che prevede investimenti in piccole infrastrutture nel porto di Pra’-Voltri per il monitoraggio e la riduzione dell’impatto del rumore nelle aree portali e limitrofe. Il partenariato degli altri progetti approvati prevede anche la partecipazione di ANCI nel Progetto L.I.S.T. Port, da 190mila euro.

Riduzione delle emissioni inquinanti nei porti liguri

Regione Liguria partecipa in qualità di partner ai progetti PROMO – GNL (gas naturale liquefatto) e GNL facile, in cui è coinvolta anche l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale (Genova e Savona) per 1,2 milioni di euro complessivi. I progetti prevedono anche l’acquisto di un mezzo mobile per il rifornimento di GNL delle navi in porto.

Attrazione di nuove imprese nelle aree di crisi industriale semplice e complessa

Regione Liguria è capofila del progetto O.P.E.R.A – da 500mila euro – che si rivolge all’area di crisi complesse del savonese e non complesse, con azioni di marketing territoriale e di attrazione degli investimenti.

Sostegno all’occupazione nel settore della nautica

Mednew job è il progetto che ha come partner DLTM-Distretto ligure tecnologie marine – con un budget da 200mila euro – della Spezia, sistema camerale e Università.

 

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here