Home Politica Politica Genova

Rixi a Coronata: via da Genova migranti che non rispettano leggi e decoro nostra città

21
CONDIVIDI
Migranti a Coronata

GENOVA. 25 MAG. “Oggi sono andato di persona al centro migranti dell’ex ospedale San Raffaele nel quartiere genovese di Coronata. Un gruppo di loro nei giorni scorsi ha protestato tenendo in ostaggio il quartiere. Le persone che non rispettano il decoro della nostra città e le leggi devono essere allontanate dal territorio comunale. No alle polveriere”.

Lo ha dichiarato oggi il segretario della Lega Nord Liguria ed assessore regionale allo Sviluppo economico Edaordo Rixi.

“Mi auguro – ha aggiunto Rixi – che chiunque sia il prossimo sindaco, e soprattutto se la Lega sarà in Comune, che ci sia una forte pressione perché vorrei evitare guerre fra poveri. Se si creano incidenti tra immigrati e italiani il rischio è di avere un effetto polveriera e questo deve essere assolutamente evitato.


Tornerò in questa struttura per controllarne l’efficienza, ma quello che è chiaro è che questo modello di integrazione, il sistema Sprar e le leggi del governo in Italia non funzionano.

E’ intollerabile che ci siano persone che noi accogliamo che vanno in giro a bloccare quartieri, importunare persone, a fare accattonaggio molesto. Chiediamo una verifica scrupolosa, che tutti gli ospiti sulla strada vengano schedati e che siano allontanate dalla città tutte le persone che creano problemi e che non rispettano le norme”.

Rixi ha qquindi accusato il Comune di aver affidato i locali di Coronata in comodato gratuito: “Ho chiesto un incontro con prefetto e questore perché voglio capire la legge cosa permette di fare. Ci vuole una tutela di quello che all’interesse pubblico che a mio avviso in questo momento non è tutelato”.

 

21 COMMENTI

  1. Non comanda Rixi. La campagna elettorale al momento è basata sull’immigrazione sperando che cambi in meglio e il futuro sindaco (Bucci) sa già chi comanda a Genova.
    Bagnasco & C. Non cambierà nulla

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here