Home Politica Politica Genova

Rivoluzione Bucci nei mercati: grande distribuzione accanto ad esercenti in difficoltà

0
CONDIVIDI
Bucci al mercato

Inserire la grande distribuzione all’interno dei mercati genovesi in difficoltà, a fianco dei banchi dei piccoli esercenti. E’ l’ennesima idea lanciata dal sindaco Marco Bucci durante l’assemblea generale di Ascom Confcommercio per rilanciare le strutture in crisi, che si è tenuta oggi a Genova.

I mercati rionali coperti presenti in città sono 24, di cui quattro chiusi da tempo: Cornigliano, Cortellazzo, Pontedecimo e via Bologna.

Ad oggi solo il mercato alla Foce ospita una grande distribuzione, alla quale dovrebbe aggiungersi il Mercato Romagnosi fra breve tempo.


“L’ingresso della grande distribuzione vicino ai piccoli esercenti potrebbe essere l’occasione per rilanciare alcune strutture – ha dichiarato Bucci – la prima si occuperebbe della vendita dei prodotti a lunga conservazione, i commercianti della vendita di prodotti freschi e il cittadino troverebbe tutto ciò che gli serve in un unico luogo.

Si tratta di un modello vincente che dovremmo mettere in pratica.

L’amministrazione comunale non ha intenzione di prendere un euro dai mercati. Non vogliamo fare cassa, i soldi devono essere reinvestiti per il rilancio delle strutture. La fideiussione del Comune c’è per tutti senza problema”.

Il vicepresidente Ascom Oscar Cattaneo ha invece annunciato che ad aprile 2018 sarà inaugurato lo street food nel cuore del Mercato Orientale con l’obiettivo di diventare un’attrazione turistica in grado di sfidare i numeri di visitatori dell’Acquario.

Inoltre, sono in corso e sono previsti numerosi interventi di riqualificazione urbanistica nel mercato di via Venti Settembre, tra cui la creazione di due piazzette in corrispondenza degli ingressi lato via Galata, attualmente occupati dai bidoni della spazzatura.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here