Rivendicata strage a Nizza: immigrato tunisino era soldato dell’Isis

3
CONDIVIDI
Strage a Nizza: una delle vittime sulla Promenade des Anglais
Strage a Nizza: una delle vittime sulla Promenade des Anglais
Strage a Nizza: una delle vittime sulla Promenade des Anglais

NIZZA. 16 LUG. Ci vogliono morti perché siamo degli infedeli e vogliono conquistare l’Europa. Per loro, nessuna integrazione è possibile.

I radicali islamici dell’Isis, poco fa hanno rivendicato la strage degli innocenti a Nizza, avvenuta giovedì sera sulla Promenade des Anglais, durante i festeggiamenti per la presa della Bastiglia, giornata della libertà.

Lo ha riferito il Site, il sito online che monitora fatti e minacce della propaganda jihadista sul web.

 

Altri tre immigrati islamici vicini a Mohamed Lahouaiej-Bouhlel, il terrorista tunisino 31enne nato a Sousse (teatro della strage dei turisti) responsabile della strage, sono state fermate e messe in detenzione provvisoria dalla polizia. Un altro immigrato islamico e la moglie del terrorista tunisino erano già stati fermati ieri.

Ecco il testo riportato sul sito del gruppo di intelligence internazionale: “Amaq News Agency of the Islamic State (IS) reported that the deadly vehicular attack in Nice, France, was carried out by one of its “soldiers” in response to its calls to target citizens of states involved in the coalition”.

https://news.siteintelgroup.com/

 

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO