Risse tra sbandati la rabbia di Davide Rossi della Lega

0
CONDIVIDI
Caruggi pericolosi, rissa fra romeni a Caricamento
Risse tra sbandati a Certosa e a Sampierdarena
Risse tra sbandati a Certosa e a Sampierdarena

GENOVA. 3 AGO. Riceviamo e pubblichiamo nota di Davide Rossi capogruppo della Lega Nord del Municipio Ponente in merito a due risse tra sbandati, per una delle quali avevamo già dato notizia.

Giornata e nottata turbolenta in alcuni quartieri, quella trascorsa ieri.

La prima rissa a Certosa, dove una discussione è degenerata in una rissa durante la quale sono state distrutte una cabina telefonica e un’auto parcheggiata nelle vicinanze in piazza Petrella, sotto gli occhi allibiti di passanti e commercianti che hanno dato l’allarme

 

La lite sarebbe partita fra tre cittadini di origini romene per futili motivi e rapidamente degenerata. Sul posto è intervenuta una pattuglia della polizia, che dopo avere riportato l’ordine ha denunciato i contendenti per ubriachezza molesta e danneggiamento, tra l’ altro per uno di loro, è scattata anche la denuncia per porto abusivo di armi, perché trovato in possesso di una mannaia che è stata prontamente sequestrata.

Situazione similare quella che alcuni residenti di Piazza Settembrini denunciano, nella notte di ieri dove, il solito gruppo di sbandati che bivaccano h. 24 intorno alle 2.00 hanno incominciato a litigare fra di loro, sembra per un complimento di troppo a una ragazza facente parte del gruppo.

Tale gruppo sarebbe composto da una ventina di persone, maschi e femmine, di età tra i 16 e i 45 anni, italiani, romeni, ucraini, magrebini, albanesi, latinoamericani e nigeriani, tutti già noti alle forze dell’ ordine e quotidianamente protagonisti sia di giorno che di notte di episodi violenti e di disordine in Piazza Settembrini.

Proprio la piazza dove ieri notte è sfociata in rissa, bottigliate e urla, tanto che alle legittime lamentele dei residenti che volevano riposare, alla minaccia del chiamare le Forze dell’ Ordine, si sono dileguati nel nulla velocemente.

“Entrambi gli episodi – si legge in una nota di Davide Rossi della Lega Nord – li ritengo molto gravi e sono la quotidianità della vita dei quartieri popolari come Certosa e Sampierdarena, ma stessa cosa si può dire per Cornigliano, Voltri e il Centro Storico, tutte parti di città dove la mala politica di questi ultimi vent’ anni ha distrutto il tessuto connettivo commerciale e sociale azzerando le certezze cinquantennali degli onesti a vantaggio di sbandati, clandestini e disonesti, oggi più che mai la risposta a questa cattiva amministrazione sta nel rispetto delle regole, non solo nei diritti ma soprattutto nei doveri che sia gli ultimi arrivati che l’ amministrazione comunale dovono mettere in campo come centralità di azione, cosa che il non Sindaco Doria non sta facendo e mai ha fatto dal principio del suo mandato”.

LASCIA UN COMMENTO