Rinnovo Carige, Malacalza: fuori Castelbarco e Montani

0
CONDIVIDI
Davide, Vittorio e Mattia Malacalza nella foto di Rattini (Pegaso)
Davide, Vittorio e Mattia Malacalza nella foto di Rattini (Pegaso)
Davide, Vittorio e Mattia Malacalza: occorre determinare le condizioni per una guida di Banca Carige che assicuri quella piena esplicazione, finora inespressa, delle potenzialità di consolidamento, rilancio e sviluppo

 

GENOVA. 12 FEB. Saga Carige, nuovo capitolo. Si avvicina il giorno dell’assemblea, prevista per il 31 marzo, e il numero uno della banca genovese mette le cose in chiaro. L’ingegnere Vittorio Malacalza, titolare insieme ai figli Davide e Mattia della Malacalza Investimenti, maggiore azionista di Carige con oltre il 17%, oggi ha comunicato che presenterà una lista di candidati ”improntata al massimo rinnovamento”.

Il consiglio di amministrazione in scadenza ha esaurito il suo compito con l’approvazione, nei giorni scorsi, del progetto di bilancio per l’esercizio 2015, l’ultimo del loro mandato e Malacalza Investimenti “ritiene necessario non attendere oltre per trasmettere un forte segnale nel senso della discontinuità”.

 

Per i businessmen della famiglia genovese occorre quindi “determinare le condizioni per una guida della Banca che assicuri nel prossimo futuro quella piena esplicazione, fino a oggi inespressa, delle potenzialità di consolidamento, rilancio e sviluppo, il cui sollecito avviamento è tanto più necessario e urgente in considerazione della presente critica contingenza di sistema”.

Tradotto: il presidente Cesare Castelbarco Albani e l’amministratore delegato Piero Montani ormai sembrano fuori. Circa i loro successori le idee sono chiare e precise, ma per sapere ufficialmente i loro nomi c’è ancora da aspettare un pochino di tempo. Fabrizio Graffione

 

LASCIA UN COMMENTO