Ricatto sul web via e-mail, attenzione al virus Cryptolocker

1
CONDIVIDI
polizia-postale
polizia-postale
La polizia postale avverte gli utenti: attenzione ai ricatti sul web via e-mail: nuova ondata del virus Cryptolocker

GENOVA. 11 FEB. Attenzione alle e-mail. Si insinua nei personal computer, li blocca e poi invia un messaggio con il ricatto. Si chiama Cryptolocker ed è l’ultimo pericoloso virus scoperto dalla Polizia postale.

Nei giorni scorsi gli investigatori del web hanno registrato una nuova ondata di attacchi attraverso invio di mail contenenti il Cryptolocker. L’ignaro utente riceve sulla propria casella di posta elettronica un messaggio che fornisce indicazioni ingannevoli su presunte spedizioni a suo favore oppure contenente un link o un allegato a nome di istituti di credito, aziende, enti, gestori e fornitori di servizi noti al pubblico.

Cliccando sul link oppure aprendo l’allegato, solitamente un documento in formato pdf o zip, viene attivato il virus, che cripta il contenuto delle memorie dei computer, anche di quelli eventualmente collegati in rete.

Successivamente, avviene il ricatto dei criminali informatici che richiedono agli utenti, per riaprire i file e rientrare in possesso dei propri documenti, il pagamento di una somma di alcune centinaia di euro in bitcoin in cambio di un’altra e-mail contenente il programma per la decriptazione del pc.

La polizia invita a non cedere al ricatto e rivolgersi agli esperti della Polposta. Quindi, tenere sempre aggiornato il software del proprio computer, munirsi di un buon antivirus, fare sempre un backup, ossia una copia dei propri file, ma soprattutto fare attenzione alle e-mail, evitando di cliccare sui link o di aprire gli allegati.

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO