Home Cronaca Cronaca Genova

Rezzoaglio, si fanno la strada nel bosco senza tutti i permessi: denunciati

0
CONDIVIDI
Carabinieri forestali a Rezzoaglio (foto d'archivio)

GENOVA. 13 LUG. Lo scorso 10 luglio nel Comune di Rezzoaglio, i militari della Stazione Carabinieri Forestale di Santo Stefano d’Aveto congiuntamente ai militari della Stazione Carabinieri Forestale di Montebruno, hanno accertato, all’interno di un’area boschiva, la realizzazione di una strada a fondo naturale a carattere permanente, lunga 108 metri, per la cui realizzazione erano stati elaborati atti non adeguati alla natura dell’opera stessa.

Infatti la strada oggetto dell’accertamento si compone di due tracciati distinti: il primo costituito da una “pista di esbosco” (autorizzata dalla Regione Liguria) ma non utilizzata allo scopo selvicolturale, il secondo tratto di strada (per cui è stata presentata la S.C.I.A. all’Ufficio tecnico del comune di Rezzoaglio) che ha permesso di collegare la precedente pista con l’edificio ad uso abitazione.

Di fatto, secondo l’accusa, entrambe le opere assolvono ad un unico scopo ovvero raggiungere la casa con mezzi motorizzati, qualificando quindi l’opera stessa come strada privata.


La normativa edilizia D.P.R. 380/01 legge regionale 16/08, nonché una recente sentenza della Corte di Cassazione Penale stabilisce che per la realizzazione di una nuova strada siano necessari il Permesso di costruire e gli altri atti di assenso dovuti caso per caso, e nella fattispecie in oggetto sarebbe stata necessaria anche l’Autorizzazione Paesaggistica.

L’intero tracciato è stato posto sotto sequestro e sono stati segnalati alla Procura della Repubblica di Genova i proprietari dei terreni su cui si trova la strada. I carabinieri forestali hanno comunicato anche che seguiranno ulteriori accertamenti per verificare l’idoneità degli atti presentati al Comune di Rezzoaglio.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here