Requiem di W.A.Mozart all’Oratorio di S. Erasmo a Sori

0
CONDIVIDI
Requiem di W.A.Mozart all’Oratorio di S. Erasmo a Sori

GENOVA. 29 OTT. In occasione delle importanti ricorrenze religiose della Festa di Tutti i Santi e della commemorazione dei Defunti,  domenica 30 ottobre alle ore 17, presso l’Oratorio di Sant’Erasmo di Sori, verrà presentato: il Requiem di W.A.Mozart per coro, solisti e pianoforte a quattro mani. Ad esguirlo sarà  il Coro  LUIGI PORRO diretto dal M° Marco Simoncini con i solisti : Sandra Terrile (Soprano) – Elisa Lagutaine (Contralto) – Daniele Buttafava (Tenore) – Andrea Lanzola (Baritono).Ad accompagnare al pianoforte (a quattro mani) saranno  Sara Marchetti e Bruno Medicina

La Messa di Requiem in Re minore K 626 è l’ultima composizione di Wolfgang Amadeus Mozart. Rimasta incompiuta per la morte dell’autore, avvenuta il 5 dicembre 1791, fu completata successivamente da Franz Süssmayr. In questa partitura si fondono momenti di straordinario senso teatrale melodrammatico ad altri brani rigorosamente classicheggianti. Fra i momenti di maggiore ispirazione drammatica spicca sicuramente il Lacrimosa. Il compositore riesce, attraverso l’utilizzo di brevi frasi di crome ascendenti e discendenti assegnate ai violini contornate da una scrittura corale di ampio respiro, a creare un effetto di pianto a stento trattenuto. Il Lacrimosa è per questi motivi da sempre considerato un banco di prova importante per direttori d’orchestra.

Per contrasto la rigorosissima fuga del Kyrie pone non pochi problemi di precisione ritmica e intonazione al coro, senza per altro cedere di un passo dalla drammaticità che impregna l’intera partitura mozartiana. Infine un pezzo ricorrente fra i repertori sacri di molti cantanti liricisolisti è lo splendido Tuba Mirum nel quale la teatralità del compositore si fonde in modo egregio con la sacralità del testo, descritto attraverso un sapientissimo utilizzo, prima separato poi unito, delle quattro voci soliste.

 

l’ingresso è libero

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO