Home Politica Politica Genova

Rems Prà, Lunardon (Pd): due fughe in due settimane, occorre più sicurezza

0
CONDIVIDI
Il consigliere regionale del Pd Giovanni Lunardon

GENOVA. 11 APR. “Rivedere e ridefinire il protocollo sulla sicurezza siglato con la Prefettura di Genova per la Residenza per l’Esecuzione di Misure di Sicurezza Sanitarie (Rems) temporanea di Pra’ e coinvolgere maggiormente il Municipio VII Ponente”.

Lo ha chiesto oggi il consigliere regionale del Pd Giovanni Lunardon, dopo l’interrogazione presentata questa mattina sulla struttura genovese per malati con problemi psichiatrici autori di reati.

“In attesa che la Rems vera e propria della Regione Liguria venga realizzata a Calice al Cornoviglio – ha precisato Lunardon – la Giunta Toti ha deciso di ospitare i pazienti destinati a questo tipo di Residenza nella struttura denominata Villa Caterina a Pra’. Il Municipio, sin dall’inizio, aveva chiesto garanzie sulla sicurezza, sottolineando come il sito individuato dall’ente regionale non fosse idoneo per questo tipo di accoglienza. L’assessore Viale aveva dato garanzia sulle misure di sicurezza e annunciato che sarebbe stato siglato un protocollo con la Prefettura, ma visto che in due settimane ci sono state ben due fughe dalla Rems e uno dei due pazienti non è mai stato neppure ritrovato, vorremmo che quel protocollo venisse rivisto e aggiornato, che le misure di sicurezza fossero aumentate e che il Municipio fosse coinvolto puntualmente su questi aspetti. Queste fughe (che sarebbero state segnalate dai residenti del posto e non dal sistema di allerta della struttura) dimostrano che il problema esiste eccome. Qualcosa nel sistema di controllo non funziona. Ci aspettiamo dalla Regione un impegno più grande di quello messo in campo finora. È davvero incredibile che la Lega Nord blateri continuamente di sicurezza e poi, quando deve garantirla, venga meno agli impegni presi di fronte al Municipio e al Consiglio regionale”.


 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here