Regione vuole salvare Tirreno Power e ambiente

0
CONDIVIDI
tirreno power centrale vado
Il sito di Tirreno Power a Vado Ligure
tirreno power centrale vado
Il sito di Tirreno Power a Vado Ligure

GENOVA. 12 GEN. Ha preso oggi il via, con un incontro in piazza De Ferrari, il tavolo tecnico istituito dal governatore Giovanni Toti tra Regione Liguria e Tirreno Power per trovare la soluzione ai problemi del sito di Vado Ligure, dove i gruppi a carbone della centrale elettrica sono fermi da oltre un anno e mezzo.

Azienda e Regione stanno lavorando per giungere a una proposta condivisa che coinvolga gli Enti locali e le organizzazioni sindacali. L’azienda ha messo sul tavolo alcune possibili opzioni di breve e medio-lungo periodo per mantenere e valorizzare questo importantissimo sito industriale con due obiettivi: la salvaguardia dell’occupazione e il rispetto dell’ambiente. In un clima di confronto fortemente operativo, Azienda e rappresentanti della Regione hanno condiviso la necessità di giungere urgentemente a una soluzione del problema: sono circa 300 i dipendenti dell’azienda direttamente coinvolti con i contratti di solidarietà, di cui circa 200 lavoratori del sito di Vado Ligure.

Il fermo dei gruppi a carbone ha provocato anche un importante impatto sui lavoratori delle aziende appaltatrici a causa della riduzione dell’80% delle attività affidate all’esterno, con gravi conseguenze sull’economia dell’indotto in tutta la provincia. Oggi è stato fissato fissato un altro incontro per metà febbraio.

LASCIA UN COMMENTO