Regione Liguria approva ordine del giorno contro l’omofobia

3
CONDIVIDI
Baci gay in piazza: Regione Liguria approva ordine del giorno contro l'omofobia
Baci gay in piazza: Regione Liguria approva ordine del giorno contro l'omofobia
Baci gay in piazza: Regione Liguria approva ordine del giorno contro l’omofobia

GENOVA. 10 MAG. Oggi è stato approvato all’unanimità dal consiglio regionale della Liguria l’ordine del giorno presentato dal capogruppo del Pd Raffaella Paita sull’aggressione omofoba, di cui è stato vittima un 19enne nella notte fra venerdì e sabato nel centro storico genovese.

Il capogruppo del Pd, nel documento approvato dall’aula, ha sottolineato che “con crescente preoccupazione, che dopo gli analoghi episodi avvenuti a Caricamento e a Sampierdarena, questa è la terza aggressione a sfondo omofobo che, in meno di anno, vede protagonista il capoluogo ligure. Eppure Genova si è contraddistinta nel tempo come città inclusiva”.

“Il nostro Paese – ha ricordato inoltre Paita – raggiungerà, attraverso l’approvazione del disegno di legge sulle unioni civili, per il quale il ministro Boschi, a nome del governo Renzi, ha chiesto la fiducia, un traguardo storico per il riconoscimento dei diritti delle coppie omosessuali, mentre il prossimo 17 maggio si celebra la giornata internazionale contro l’omofobia istituita dall’Unione europea nel 2006, per sensibilizzare l’opinione pubblica contro ogni violenza fisica, morale o simbolica legata all’orientamento sessuale. Ho chiesto di adottare ogni iniziativa utile per affermare, a partire dalle scuole e in tutta la società civile, la cultura del rispetto dei diritti civili”.

 

La proposta è stata firmata da tutti i capigruppo del consiglio regionale.

3 COMMENTI

  1. Ma se vogliono essere….normali,non devono fare regole a personam. Abbiamo delle leggi e….dei giudici. Carmine,scusami la schiertezza,non è “razzismo” contro i meridionali. È semplicemente il fatto che se si smettesse di accettare qualsiasi forma di corruzione per essere più furbi e se al sud la smettessero di essere omertosi,molte cose agli occhi di tutti cambierebbero. È solo una questione di volontà. Se poi nessuno si lamenta…..il problema,c’è,ma non si vuole risolverlo alla fonte….

LASCIA UN COMMENTO