REGIONALI. SI PROFILA UNA VITTORIA DI GIOVANNI TOTI

1
CONDIVIDI
Il governatore Toti in visita a Marassi

giovanni-toti-sala-stampa-regioneGENOVA. 1 GIU. Si sta delineando il risultato elettorale per comprendere chi sarà il nuovo presidente o governatore della Regione Liguria.

Davanti all’ Hotel Bristol il grido di “Vittoria! Vittoria!” accoglie dapprima Edoardo Rixi e Sonia Viale e poi Giovanni Toti candidato presidente del centrodestra che esce dall’hotel per parlare con i giornalisti.

Semplice il suo commento: “Sì me l’aspettavo. Quando il centrodestra si presenta come coalizione unita, coesa e con un programma serio vince. E la Liguria ne è la dimostrazione”.

 

E i numeri gli stanno dando ragione alle 03:47. Con 1.194 sezioni scrutinate su 1.790, Giovanni Toti della coalizione di centro destra (Lega Nord, Forza Italia, Fratelli d’Italia ed Area Popolare) ha 143.474 voti, pari al 34,64%.

Segue Raffaella Paita della coalizione del centro sinistra (Pd, Liguri e Liguria Cambia) con 113.834 voti, pari al 27,48% e Alice Salvatore dell’ M5S con 105.027 voti, pari al 25,36%.

Decisamente staccati Luca Pastorino, coalizione di sinistra (Reta a Sinistra e Lista Pastorino) con 37.563 voti, pari al 9,07%; Enrico Musso (Liguria Libera) con 6.642 voti, pari al 1,60%; Matteo Piccardi (Partito Comunista dei Lavoratori) con 3.230 voti, pari allo 0,77%; Antonio Bruno (Progetto Altra Liguria) con 3.113 voti, pari allo 0,75% e Mirella Batini (Fratellanza Donne) con 1.236 voti, pari a 0,29%. (nella foto: Giovanni Toti nella sala stampa affollata della Regione Liguria allestita per le elezioni).

1 COMMENTO

  1. La Liguria cambia cavallo perchè la Paita non era all’altezza,visti i suoi 5 anni di sonno con Burlando.Ora Totti ma spero che cambi tutto.Metta un Assessore all’Industria che digitalizzi e crei lavoro,metta un Presidente del Porto che sappia raddoppiare il business anche con un nuovo progetto portuale che non sia quello poco energetico di Piano e poi cambi i vertici fiera e CCIAA regno del non far niente.Metta finalmente il people movers da Voltri a Molossana 150 milioni e adotti il mio piano per levare per 100 anni le alluvioni e produrre energia.Si metta in contatto per il POST EXPO e cambi tutto alla SMART CITY che deve diventare RESILIENCE SMART COMMUNITY.la cosa piu’ facile è cambiare la strategia del turismo,far diventare l’Aeroporto un Cruiser Airport e poi concepire il Tigullio non piu’ come provincia di Chiavari contro Genova,ma la lunga mano turistica del turismo a Genova.Feci proposte rifiutate da Paita come Corollaria,Pesca Imparo,l’energia dal mare e 3 notti di sea food on the beach open a tutta la Liguria.Ho spostato l’idea del Museo digitale di Genova al Post Expo perchè mi sono rotto dei veti Paita ma posso rifare un progetto piu’ bello di Marsiglia e lo vorrei al Porto su una isola come nel mio progetto Porto.

LASCIA UN COMMENTO