Home Da Sistemare

REGALO DI NATALE AL PUBBLICO DEL PICCO: SPEZIA BATTE MESSINA 2-0

0
CONDIVIDI

Buon Spezia ma anche pessimo Messina, autore di un solo tiro nella prima frazione e di una timida reazione in avvio di ripresa, che non ha mai messo in particolare apprensione il portierino Dazzi sempre più sicuro tra i pali. Lo Spezia è ancora una volta in formazione rimaneggiata, ma oggi può contare su un grandissimo Guidetti, che riesce da solo a tenere in apprensione la difesa avversaria, ben supportato da Do Prado apparso volenteroso sin dalle prime battute.
Oggi è un Guido-day e lo si vede già all’11’ , quando il bomber spezzino calcia dal limite ed impegna Manitta che si salva in angolo,  ma soprattutto al 16’ , quando colpisce in pieno il palo alla sinistra dell’estremo difensore. Bella l’iniziativa di Padoin al 26’ che esce dalla difesa e porta palla fino alla tre quarti , passaggio filtrante per Do Prado che resiste bene a due difensori e prova il tiro, alto sopra la traversa. Il vantaggio arriva al 32’: Padoin prende palla a centrocampo , sale e si accentra sulla tre quarti, serve Guidetti che controlla e tra due difensori che lo ostacolano trova lo spiraglio giusto per far partire un rasoterra velenoso che sorprende anche Manitta, battuto sull’angolo di destra. Il pubblico non sente più neanche il freddo pungente ed incita gli aquilotti ad assestare il definitivo ko ma , al 36’ , Saverino cicca clamorosamente da posizione favorevolissima. In finale di primo tempo, primo tiro in porta del Messina che al 39’ prova con Cordova a sorprendere Dazzi su calcio di punizione dal limite.
Dopo il lungo riposo, oltre 20 i minuti di interruzione, il Messina accenna ad una reazione ancora su calcio di punizione per un fallo di mano di Giuliano proprio sul limite sinistro dell’area di rigore. Molta confusione, un’ammonizione per parte ma niente di fatto per gli ospiti. Al quarto d’ora della ripresa  doppia occasione per Do Prado che al 57’ calcia una punizione alta sopra la traversa, ed al 58’ quando si trova davanti a Manitta e cerca di superarlo con un pallonetto; bravo in questa occasione il portiere del Messina che mette a lato. Il raddoppio spezzino arriva su calcio di rigore, generosamente concesso dal Sig.Banti,  al minuto 68’ : protagonista Do Prado che serve in area Biso ostacolato al momento del tiro da Zanchi. Si incarica della battuta Saverino che trafigge Manitta sul lato destro con un preciso rasoterra. Nei minuti finali abbuffata di goals mangiati degli attaccanti spezzini che potrebbero rendere il risultato ancora più rotondo e la nota positiva del rientro in campo di Corrado Colombo …meglio di così…! (Leonardo PASINI).
IL TABELLINO. SPEZIA (4-1-4-1): Dazzi; Padoin, Bianchi, Ceccarelli, Giuliano (48’st Barabino ); Biso; Do Prado (37’ st Eliakwu), Fietta, Saverino, Gorzegno; Guidetti (42’ st Colombo). All. Soda.
MESSINA (4-4-2): Manitta; Galeoto, Zanchi (18’st Bombara), Gaveglia, Parisi ; Lazzari  (21’st Nole`), Cordova, Pestrin , Degano (41’st Schetter); Biancolino , Moro. All. Di Costanzo.
Arbitro: Banti di Livorno 6
Ammoniti: Bianchi, Giuliano, Biso, Saverino,  Gorzegno (S). Galeoto, Degano, Lazzari, (M).
Espulsi: 45’st Gorzegno (S) per doppia ammonizione.
Angoli 7-5. Marcatori 34’ Guidetti, 68’ Saverino. (nella foto: Saverino trasforma il calcio di rigore).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here