Home Cronaca Cronaca Mondo

Referendum Catalogna, seggi occupati nella notte: spari e 4 feriti

1
CONDIVIDI
Referendum indipendenza Catalogna, seggi occupati nella notte

BARCELLONA. 30 SET. Situazione sempre più tesa a Barcellona dove centinaia di catalani, hanno passato la notte nei seggi elettorali del referendum di domani in diversi centri civici e scuole per impedire che vengano chiusi dalla polizia.

La polizia catalana ha chiesto agli occupanti di liberare i locali entro le 6 di domani, che al momento hanno risposto picche.

Nella notte quattro persone sono rimaste lievemente ferite dopo che ignoti hanno sparato contro un seggio con un fucile da caccia a Manlleu. I feriti si trovavano sulla porta della scuola Puig Agut, parte di un gruppo di occupanti dei Comitati di difesa del referendum intenzionati a difendere il seggio.


La polizia sta indagando, ma finora non ci sono stati arresti.

Il Governo di Madrid dice che ‘non ci sarà alcun voto’ e sono in arrivo più di 10 mila agenti per blindare i seggi, è stato chiuso lo spazio aereo su Barcellona a voli privati e elicotteri fino a lunedì, i cittadini catalani hanno occupato pacificamente alcuni seggi per impedire che la polizia li chiuda, mentre un giudice spagnolo ordinava la chiusura del sito per il voto online.

Ben 80 mila persone hanno assistito al comizio finale di Carles Puigdemont che ha dichiarato: “Abbiamo già vinto! Abbiamo sconfitto la paura, le minacce, le pressioni, le menzogne e le intimidazioni, di uno Stato autoritario… ed ora tocchiamo quello che era un sogno”.

Infine l’esortazione al popolo catalano ad “uscire di casa domenica per cambiare la storia” per un paese “che vuole essere trattato come un paese normale”.

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here