Home Politica Politica Genova

Red carpet Rapallo: Crivello attacca Bucci-Toti, ma i sindaci li difendono

31
CONDIVIDI
Il candidato sindaco del centrosinistra Gianni Crivello con il Tricolore francese

GENOVA. 15 GIU. Da un lato lo sviluppo del territorio. Dall’altro le polemiche M5S sul Red carpet di Rapallo. Ieri anche il Pd ed il candidato sindaco di Genova Gianni Crivello, attuale assessore comunale uscente, hanno attaccato il governatore Toti e il candidato sindaco del centrodestra Marco Bucci, ex Ad di Liguria Digitale.

“Genova per noi – ha dichiarato Crivello – è onesta e trasparente. Decisamente meno per il Presidente della Regione Giovanni Toti che trafuga 30.000€ pubblici dalle casse di Liguria Digitale quando ancora il suo amico Marco Bucci ne era Amministratore Delegato. 30.000€ di tappeto rosso che dovevano essere pagati da Carispezia e invece pesano sulle spalle di ignari cittadini. 30.000 non erano i posti di lavoro promessi dal suo fantomatico programma? Forse abbiamo frainteso”.

Dura la replica di Toti: “Capisco che da amministratore inetto qual è il candidato-sindaco Crivello non capisca come funzionano le procedure amministrative e le società controllate. D’altra parte le ha distrutte, indebitate e fatte quasi fallire tutte. Ma le procedure amministrative per il Red carpet del Tigullio sono perfettamente regolari e lecite. Così come i pagamenti effettuati in tutta trasparenza da Liguria Digitale per conto della Regione. Posso capire che Crivello e soci non capiscano quell’iniziativa (se l’avessero capita mi sarei preoccupato e avrei pensato di aver sbagliato) ma non può permettersi di usare il verbo ‘trafugato’ che esplicitamente ci accusa di comportamenti meno che leciti. Quindi chieda scusa o saremo costretti a difendere la nostra specchiata onestà nelle sedi opportune. Sono Crivello e soci gli unici ad aver “trafugato” per troppi anni la speranza e il futuro ad una città”.


Inoltre, i rappresentanti locali del centrodestra, tra cui il consigliere regionale Alessandro Puggioni, e tutti i sindaci del Tigullio orientale hanno difeso l’idea vincente della Regione Liguria: “che ha portato turisti, italiani e stranieri, dando un’ampia visibilità mediatica a livello nazionale ed internazionale. Quello che conta è lo sviluppo del territorio”.

 

 

31 COMMENTI

  1. esperti a creare con i ns soldi belle scatole a vantaggio di pochi. in altre parole la solita destra che certifica Ruby nipote di Moubarak e poi non vuole immigrati insomma il solito schifo a beneficio di chi invoca il cambiamento senza saper cosa vuole (continuare a farsi i caxxi suoi)

    • Eh? I pochi sarebbero quelli che hanno beneficiato di tutti i turisti che sono arrivati per questa opera?? Ma sa quanti sono stati? Cioè non volete i turisti?

    • E se li vuoi gli immigrati comincia a prendertene un po’ in casa e se hai idee migliori per rilanciare Genova invece di criticare fai proposte serie e concrete

    • Intanto con 30000€ si potevano pulire dalle erbacce qualche km di strada delle periferie dove vivono i genovesi. Quanto agli immigrati mi fa piacere leggere che a Genova ed in Italia rappresentino l’unico problema. Quanto alle proposte serie e concrete leggiti il programma del candidato sindaco Gianni Crivello e troverai le risposte alle tue domande.

  2. non votero’ mai un candidato che mentre si confronta con gli altri 2 li sbeffeggia e li tratta da mentecatti…..basta che ti volti e guardi la nostra citta’.
    .cosa hai da ridere?….fa piangere.le tue “promesse” sono quelle solite,quelle elettorali e come tutte restano tali….tali a quelle di pirondini e bucci.

  3. Ma sto cialtrone da osteria cosa ha fatto durante tutta la sua misera ( in termini professionali ovviamente perche’ economicamente si sara’ sicuramente riempito le tasche) vita?????
    Sicuramente avra’ sparato le classiche cazzate di chi vuol far credere che difende la classe operaia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here