Home Cronaca Cronaca Genova

RECORD DI VISITATORI NEI MUSEI CIVICI GENOVESI

0
CONDIVIDI

A questo straordinario successo hanno concorso l’allestimento di nuove aree espositive (Palazzo Bianco con “Casa e bottega Piola – De Ferrari”, il Museo Archeologico con l’area di scavo archeologico simulato e l’area di sperimentazioni archeologiche nel rifugio anti-aereo di Villa Doria, il Galata – Museo del Mare con la sala interattiva “Il piroscafo”, il “Padiglione della pesca” e il Centro di Documentazione) ed un’offerta culturale diversificata, capace di attirare visitatori a livello internazionale, nazionale e locale.

Nella vasta gamma di eventi ed esposizioni temporanee realizzate, un ruolo di primo piano hanno rivestito le mostre relative a grandi artisti, quali Luca Cambiaso, Guido Reni ed Allan Kaprow, la serie di iniziative dedicate al mito e alla suggestione dell’epopea di Garibaldi in occasione del bicentenario della nascita, e le rassegne fotografiche ideate nell’ambito del progetto “Genova Fotografia”, che quest’anno ha calamitato l’attenzione di quasi 26.000 visitatori. 

In continuità con le linee di sviluppo tracciate negli anni precedenti, sono proseguite con straordinario successo le iniziative rivolte all’arte contemporanea e ad artisti emergenti; tra queste non si possono non menzionare la mostra “In pubblico. Azioni e idee degli anni ’70 in Italia”, il Salone Europeo dei Giovani Creatori, quest’anno alla sua seconda edizione, e la serie di iniziative realizzate sotto l’egida della BAG negli ampi locali della Loggia della Mercanzia.


Ottimi risultati hanno prodotto anche il Festival Internazionale della Maiolica, che ha consentito di riscoprire la prestigiosa produzione artistica della nostra regione nelle principali sedi delle antiche manifatture liguri, la manifestazione “Forma e DecorAzione” allestita nelle sale del Museo Chiossone e a Palazzo Rosso, le consuete rassegne estive e singoli eventi, dalla Nuit des Musées alla Festa dei Rolli, fino alla recente Notte Bianca, che hanno visto migliaia di genovesi e turisti affollare le nostre prestigiose sedi museali.
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here