Home Cultura Cultura Savona

RECITAL AD ANDORA:“LONTANO NEL MONDO.STORIA DI LUIGI TENCO”

0
CONDIVIDI
luigi-tenco

luigi-tencoSAVONA. 26 AGO. Chi pensava che il “caso Tenco fosse chiuso dovrà ricredersi. Non è bastato un colpo di pistola a spegnere il microfono. E meno ancora “sorella morte” a cancellare Luigi Tenco, il suo messaggio, la sua opera. E tutto ciò che avrebbe potuto ancora regalarci.

Ogni scomparsa però lascia tracce. E qualcuno può avere il coraggio di seguirle.

Ferdinando Molteni ed Elena Buttiero questo coraggio lo hanno avuto. In coppia. Forse perché da Luigi hanno anche imparato che la solitudine uccide.


Ma non voglio parlare di morte. Sebbene speri che su quella morte si riaccendano i riflettori. Vorrei parlare di vita, che dalla morte torna fischiettando.

Ferdinando Molteni, per chi non lo conosce, mi auguro in pochi, è un artista a tutto tondo, un uomo che vede lontano, con voluto riferimento al titolo della canzone; al suo fianco Elena Buttiero, che mi ricorda le parole di Omero: “Quando Elena entrò, tutti gli uomini si alzarono in piedi.”

Questa coppia-fenomeno ha un passato artistico di tutto rispetto, che di sicuro invidierebbe il loro stesso futuro, sia chiaro non è un auspicio: è una profezia.

Lui, giornalista di cultura per Il Secolo XIX e per il Foglio di Giuliano Ferrara, ha già scritto una ventina di libri, anche noir, a conferma della sua poliedricità e vivacità intellettuale.

Il suo ultimo saggio è “Controsole. Fabrizio De André e Creuza de ma”, edito da Arcana.

Ma dovrei citare anche il monologo teatrale (Luigi Tenco. L’ultima notte di Ferdinando Molteni) scritto per l’attore Roberto Tesconi che ha debuttato con grande successo nel gennaio 2013 e pubblicato dall’editore De Ferrari di Genova.

Oppure il testo scritto per Massimo Ghini: La strana morte di un cantautore (in onda su Raidue nella serie Delitti rock). O quello per Roberto Tesconi: l’atto unico Luigi Tenco. L’ultima notte (De Ferrari Editore).

Come musicista, Ferdinando Molteni ha invece suonato musica tradizionale e canzone d’autore. Ha tenuto concerti in Italia, Svizzera, Francia e Stati Uniti. Ha inciso un album con il trio Arethusa Consortium. E il suo nuovo disco, registrato con Elena Buttiero, s’intitola Saluti dall’Italia.

E qui mi fermo. Perché corre onore e obbligo di cedere il passo a Sua Altezza, alla quale non ho dato precedenza semplicemente per lasciare il dulcis in fundo.

Dicevo Sua Altezza, scritto appositamente maiuscolo.

Perché Elena Buttiero e la sua musica, esprimono grazia, eleganza e raffinatezza. E quindi incutono rispetto, oltre all’ammirazione.

Elena Buttiero non a caso la musica la insegna; suona pianoforte, spinetta, arpa celtica e ghironda.

Ha inciso due album con la formazione Birkin Tree (Continental Reel, A Cheap Present), due con il mandolinista Carlo Aonzo (Il mandolino italiano nel Settecento, Fantasia poetica) e uno con il trio Arethusa Consortium.

Ha effettuato tournée di concerti in tutta Europa, negli Stati Uniti e in Canada.

Ha di recente preso parte, come pianista, allo spettacolo Luigi Tenco. L’ultima notte diretto e interpretato da Roberto Tesconi; ha scritto metodi di solfeggio e di didattica pianistica pubblicati dalle Edizioni Carisch.

Bene. Tornando a Luigi Tenco, prendete una coppia come Elena & Ferdinando in piena sintonia, animata da una sincera passione per la musica, la vita e la morte di Luigi Tenco, e mettetela sul palco? Cosa credete che ne venga fuori?

Non ve lo direi nemmeno con una “38” puntata alla testa.

Vi dico solo che ieri sera, assistendo per la terza volta al recital di Sguardi Laterali, ad Andora nell’anfiteatro di Palazzo Tagliaferro,  è stato come se a un certo punto Luigi Tenco tirasse fuori la sua mano dall’ombra, me la posasse sulla spalla e mi dicesse piano all’orecchio: “ Cosa vuoi dire? Lasciali fare, lascia che vadano avanti. Non l’ho potuto fare io, lo stanno facendo loro.” Più neronoir di così. (nella foto di Chicco Testa: Luigi Tenco al pianoforte). Daniele G. Genova

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here