Recco: “Città della Vita” premia il Villaggio del Ragazzo

0
CONDIVIDI
Recco premio "Città della vita"
Recco premio "Città della vita"
Recco premio “Recco, Città della vita”

RECCO 5 MAR. Recco conferisce ogni anno un riconoscimento denominato “Recco Città della Vita” ad una persona fisica, ente o associazioni di volontariato, che, con l’attività svolta e la testimonianza resa, si è particolarmente distinta nella tutela della vita intesa dal concepimento all’estinzione naturale.

Quest’anno la Commissione, appositamente istituita, ha inteso conferire il riconoscimento al Villaggio del Ragazzo, fondato da Don Nando Negri. Il premio è stato consegnato dal sindaco Dario Capurro e dal sindaco dei Ragazzi Francesco Lauretta, al direttore del “Villaggio” il sacerdote Rinaldo Rocca che si è complimentato perché la somma (5 mila euro) è stata accreditata, in anticipo sulla cerimonia. Presenti alla premiazione monsignor Marco Doldi, vicario generale della Diocesi di Genova e molti politici ed amministratori del Levante Ligure.

Il vicesindaco, Gian Luca Buccilli, ideatore di questo premio, ha ricordato la figura del fondatore, don Nando, ordinato sacerdote il 22 aprile 1945, negli ultimi giorni in cui tedeschi ed americani si fronteggiavano nel territorio del levante genovese.

Don Nando Negri ideatore del Villaggio del Ragazzo
Don Nando Negri ideatore del Villaggio del Ragazzo

 

Don Nando diventa curato a Castello di Carro e dopo un anno, il Vescovo lo nomina Vice Parroco a Lavagna, e di lì è iniziata l’idea di creare un centro professionale per avviamento al lavoro chiamato Villaggio del ragazzo. A fine estate 1946 cominciò a cercare collaboratori e i primi furono i giovani di Rupinaro, quartiere di Chiavari, dove aveva trascorso la sua infanzia. Nel tempo questa scuola è stato il centro di varie specializzazioni professionali.

Nel 1955 don Nando riuscì a far acquistare alla Curia Diocesana un edificio e una vasta area a San Salvatore di Cogorno, uno spazio adatto alla sede di un Villaggio. Nel 1960 su quell’enorme area venne inaugurata la nuova sede dell’Opera – l’odierno Centro San Salvatore – con cui per queste ragioni storiche spesso si identifica anche oggi il Villaggio del Ragazzo stesso, un Ente invece attualmente molto più grande e articolato su vari centri e aree di attività. Il Centro San Salvatore oggi accoglie il Centro Formazione Professionale, la Scuola Media ed Elementare Statale, attività sportive e ricreative di vario genere. ABov.

LASCIA UN COMMENTO