Realvisuali, grande pubblico a Savona

0
CONDIVIDI
Realvisuali, Il manifesto della collettiva savonese
Realvisuali, Il manifesto della collettiva savonese
Realvisuali, Il manifesto della collettiva savonese

Realvisuali, grande pubblico a Savona

SAVONA. 26 OTT. Prosegue, con grande interesse della critica ed un notevole accesso di pubblico, la bella mostra dei Realvisuali, allestita presso la Galleria Il Pozzetto a Savona.

In via Famagosta la prima collettiva dedicata a questo movimento offre l’opportunità di conoscere attraverso quattro mini personali gli artisti Riccardo Accarini, Beppe Massimi, Paolo Mezzadri e Lorenza Rossi Lasab.

Le opere ospitate negli spazi riqualificati di un’ex teatro-discoteca offrono una visione d’assieme del Real Visual Art Movement, che è un progetto artistico desideroso, attraverso il recupero visuale dei molteplici frammenti del reale, e basandosi sull’intervento concreto dell’artista negli spazi della quotidianità, di essere tramite imprescindibile per un nuovo percorso dell’arte. Questi artisti intendono coniugare la dimensione tecnologica ed estetica con quella civile. Un primo documento del movimento è stato pubblicato a maggio su “Il Giornale dell’arte”.

 

Riccardo Accarini è un pubblicitario, è nato a Savona dove vive. Dal 1978 al 2008 ha operato nel settore della comunicazione, come creativo, grafico pubblicitario, direttore artistico, contitolare di studio pubblicitario, alternandosi tra Milano, Genova e Savona. Da alcuni anni si dedica alla ricerca cromoplastica, alla pittoscultura e alla creazione di opere realizzate con materiali di riciclo. Fra le sue personali più significative: 2010 Circolo degli Artisti Pozzo Garitta, Albissola Marina; 2013 Cellette del Palazzo della Sibilla Priamar, Savona; 2015 Galleria A.Sartori, Mantova.

Paolo Mezzadri è nato nel 1966 a Cremona. Dopo una lunga esperienza lavorativa nell’azienda di famiglia, nel 2010 decide di intraprendere un percorso nuovo aprendo MyLab Design e in seguito Metallifilati. Sogna di poter realizzare un laboratorio dove provare, sperimentare, incontrare e attraversare elementi concreti con elementi assolutamente visionari. Nel Febbraio 2012 è protagonista dell’evento Arte Cremona, nel 2013 ad Arte Piacenza e recentemente alla mostra di Arte Accessibile di Milano. Dal 1° maggio al 18 ottobre 2015 partecipa a Summer Art, presso il JW Mariott Venice Resort & Spa sull’Isola delle Ros e nella laguna di San Marco a Venezia- Progetto Venezia 2015: Sculture nel Parco.
Beppe Massimi nasce a Porto Santo Stefano (Monte Argentario, Grosseto) nel 1953 e, giovanissimo, si trasferisce a Savona. Artista poliedrico, ceramista, pittore, è un acuto osservatore della realtà. Sceglie frequentemente materiali di recupero e con esiti di raffinatezza utilizza la carta da pacchi come supporto nella sua attività grafico pittorica. Ha alle spalle molte ed importanti personali e collettive tra cui la Prima Biennale per artisti ceramisti contemporanei ( Albisola 1997).

Lorenza Rossi Lasab nasce a Savona nel 1963. Completa gli studi specializzandosi in storia dell’arte moderna a Genova. A Milano ottiene il Dottorato in storia e critica dei beni artistici e ambientali. Frequenta corsi di disegno e di ceramica. La sua prima mostra personale è Vegetalia a Savona nel 2010 presso l’Hotel Riviera Suisse. Nella mostra al Pozzetto presenta, fra le altre opere, due splendide bocce realizzate con una sua personalissima tecnica di fotoceramica. Sui quattro artisti realivisuali hanno già scritto decine di critici fra i quali Rosaria Avagliano, Roberto Bazzano, Ottavio Borghi, Alberto Bottaro, Silvia Bottaro, Maria Teresa Castellana, Maria Scarfì Cirone, Martina Corgnati, Camilla Costa, Gian Genta, Gabriella De Gregori, Elie Delamare-Deboutteville, Anna Maria Faldini, Sergio Fantaguzzi, Lia Franzia, Dario Fusco, Gianni Celano Giannici, Adalberto Guzzinati, Luciano Lepri, Donatella Migliore, Milena Milani, Ferdinando Molteni, Mario Muda, Aldo Pero, Stefano Podio, Rosa Porasso, Stelio Rescio, Pierina Rizzardi, Diego Santamaria, Gloria Scala, Paolo Silvano, Viviana Siviero, Piero Solaroli, Giusi Tommaso ed Alessandro Turrini,

Nell’ ambito della mostra ha tenuto una interessante conferenza su “La rinobilitazione dell’arte” il dottor Davide Dal Sasso, membro di LabOnt (Laboratorio di Ontologia), collaboratore del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, ideatore del ciclo di conferenze e seminari Dialoghi di Estetica – co-curato con la filosofa Tiziana Andina nelle edizioni 2012 e 2013 – e dell’omonima rubrica di filosofia e arte pubblicata sulla rivista Artribune. Nel 2014 è stato visiting scholar presso la Uppsala Universitet in Svezia, dove ha lavorato sotto la supervisione della filosofa Elisabeth Schellekens Dammann. Ha curato la nuova edizione di Ermanno Migliorini, Conceptual Art, Mimesis, Milano-Udine 2014.
La mostra savonese dedicata ai “Realvisuali” proseguirà fino al 9 novembre, con i seguenti orari: tutti i giorni dalle 15 e 30 alle 18 e 30.
CLAUDIO ALMANZI

LASCIA UN COMMENTO