Home Politica Politica Genova

RaS: in Liguria stop all’uso delle catene per gli amici dell’uomo

0
CONDIVIDI
Un amico dell'uomo incatenato: una barbarie che non sarà più ammissibile in Liguria
Un amico dell'uomo incatenato: una barbarie che non sarà più ammissibile in Liguria
Un amico dell’uomo incatenato: una barbarie che non sarà più ammissibile in Liguria

GENOVA. 7 APR. Stop alle catene per gli amici dell’uomo. Si terrà sabato mattina al Teatro Modena di Sampierdarena, la presentazione pubblica della proposta di legge di Rete a Sinistra, intitolata: “Divieto di tenere alla catena gli animali d’affezione”, il cui obiettivo è la parziale riforma della legge regionale del 2000 sulla “Tutela degli animali d’affezione e prevenzione del randagismo”. L’appuntamento è fissato alle ore 10,30.

«Pur non provenendo da una cultura prettamente animalista, ho sempre pensato che gli animali siano creature senzienti, in grado di percepire emozioni, dolori e gioie, esattamente come qualsiasi altro essere vivente. Gli animali non mentono: la sofferenza gli si legge negli occhi – ha dichiarato il consigliere regionale di RaS Gianni Pastorino – è intollerabile che gli animali di casa vivano in condizioni di segregazione e privazione, incatenati e ingabbiati, senza che esistano questioni di ordine pubblico tali da giustificare simili barbarie. Per questo vogliamo eliminare una causa di sofferenza come l’uso della catena: interveniamo direttamente sul simbolo della costrizione».

Insieme al consigliere Pastorino discuteranno il provvedimento: Pierluigi Castelli – referente genovese della Lega Nazionale per la Difesa del Cane, Barbara Girotto – esperto di diritto di famiglia e tutela diritti degli animali, Diana Greta – veterinario comportamentalista, Mauro Badi – commissario superiore, responsabile comparto tutela animali Polizia Municipale di Genova.

Nel merito il provvedimento si propone di limitare l’uso della catena per gli animali domestici, e di garantire le massime condizioni di agibilità consentite anche per animali a contatto con persone estranee, prevedendo un inasprimento delle sanzioni già previste nel testo originario.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here