Rapine nei negozi di Sampierdarena: arrestati due italiani

8
CONDIVIDI
Lavagna, marocchino 16enne deruba anziano e fugge sotto le telecamere

GENOVA. 4 OTT. I Carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno arrestato un 26enne barese, domiciliato nel quartiere di San Martino, e un 23enne genovese, residente a Sampierdarena, che sono ritenuti gli autori di alcune rapine nella delegazione del ponente genovese.

Alle ore 19.50 circa di ieri, in via Dattilo n.44R  presso il supermercato “Simply”, il barese, a volto scoperto, armato di coltello da macellaio e l’altro, il genovese, col volto coperto dal cappuccio della felpa, minacciavano alla presenza di diversi clienti, il direttore del negozio,  che in quel frangente si trovava alla cassa, intimandogli di consegnare l’incasso. Quest’ultimo, si opponeva riuscendo a far desistere i due malfattori che si allontanavano velocemente anche a causa delle urla di paura degli avventori.

Poco dopo, gli stessi malviventi si presentavano presso il panificio “Boutique del pane”, in via Palazzo della Fortezza n.63R,  e minacciavano con il coltello la commessa, facendosi consegnare trecento euro in banconote di vario taglio, dileguandosi per le vie limitrofe. Le immediate ricerche diramate dalla Centrale Operativa del Comando Provinciale dei Carabinieri di Genova, a tutte le pattuglie, con la descrizione dei rapinatori, consentivano ai carabinieri di individuare i due complici in via Urbano Rela e resisi nel frattempo responsabili di una terza rapina ai danni del pub “Big Ben” di via Nicolo’ Daste, ove veniva asportato il cassetto metallico della cassa ed il contenitore delle mance contenenti circa settanta euro in monete e banconote, dileguandosi.

 

Inseguiti a piedi dai militari del Nucleo Radiomobile, entrambi venivano bloccati senza che opponessero resistenza. Indosso ai rapinatori e nei dintorni delle vie di interesse i militari hanno rinvenuto un sacchetto di plastica bianca contenente il denaro asportato al panificio, il cassetto metallico con scontrini del pub e il contenitore delle mance forato, con diversi spiccioli all’interno, oltre alle due felpe indossate dai due fermati, riconosciuti dalle numerose vittime quali autori delle rapine. Il denaro e’ stato riconsegnato agli aventi diritto mentre il cassetto metallico e contenitore mance sottoposti a sequestro.

 

8 COMMENTI

  1. Si saranno trovati a Disagio e Impreparati i Carabinieri? Beccare di questi tempi,due Delinquenti Italiani in un colpo solo,li avrà Scioccati e Impressionati? Quando perdi la……… mano a certe situazioni?!!!!!!!!!!!!!!!

LASCIA UN COMMENTO