Rapallo, inaugurato il nuovo centro giovani

0
CONDIVIDI
Il Centro Giovani a Rapallo
Il Centro Giovani a Rapallo
Il Centro Giovani a Rapallo

GENOVA. 4 MAG. Ha aperto i battenti in un bel giorno di sole, il Centro Giovani “Fuoridaibinari” di Rapallo, uno spazio aperto a tutti coloro che abbiano età compresa tra i 16 ed i 29 anni ed abbiano voglia di sperimentare un luogo che offra possibilità di aggregazione ma anche l’opportunità di esprimere le proprie capacità individuali.

Uno spazio per tutti, pensato per i giovani che vogliano partecipare attivamente alla vita sociale e fare sentire la propria voce.

I ragazzi quindi come protagonisti della loro esistenza, trovano in questo centro un’opportunità dove sperimentare le proprie passioni, avendo partecipato attivamente alla ideazione ed alla realizzazione della struttura.

 

Ad esempio, strumenti digitali per lavorare sulla produzione musica e video, ambito sia di divertimento ma anche una seria possibilità occupazionale per chi abbia talento. “

Questo è più di un centro sociale”, spiega Maria Grazia Costa direttore sociale del distretto, “ma un luogo che trasmette un messaggio di benessere, un segnale positivo da parte di quella fascia di popolazione giovanile che troppo spesso è connotata da aspetti problematici legati alla fatica del crescere”.

Un luogo dove accanto agli strumenti si possono trovare anche degli adulti di riferimento che hanno il compito di facilitare la relazione tra i pari e tra questi ed il mondo adulto, con l’obiettivo di far emergere le potenzialità positive che ognuno possiede. Lo spazio si trova in un punto strategico della città: accanto alla stazione ferroviaria ed in prossimità dell’Informagiovani, anche questo ambito importante nell’orientamento scolastico e professionale, “Fuoridaibinari” vuole offrire a tutti coloro che lo desiderino un’opportunità per sperimetarsi.

Le attività del centro sono proposte da personale specializzato fornito dal Consorzio Sociale Agorà di Genova, il quale in accordo con il coordinatore delle politiche giovanili Claudia Mozzi, sta realizzando sul territorio una rete di collaborazioni che spazia lungo tutto i levante ligure.

“A breve si terrà a Rapallo un convegno sull’adolescenza”, prosegue Costa, “e noi abbiamo intenzione di portare il contributo dei ragazzi, offrendo al pubblico un taglio un po’ differente, ovvero i giovani come risorsa ed opportunità, capaci di proporsi come protagonisti del loro crescere. L’adolescenza vista come possibilità, lontana quindi dallo stereotipo di fase evolutiva problematica come molto spesso il mondo adulto la individua”.

Un rovesciamento di fronte che cambia davvero la prospettiva. I giovani come motore di un cambiamento positivo, una risorsa per l’intera società.

In tal senso conferma questa visione anche Marco Baldassarre, educatore referente del centro giovani: “Questo spazio offre ai ragazzi la possibilità di partecipare e di essere davvero protagonisti grazie a strumenti che offrano la reale possibilità di –fare-“. Il centro, ci illustra il referente, è stato in parte finanziato dalla Compagnia di San Paolo mediante il progetto “Youth Code Generator”, un’iniziativa che coinvolge differenti zone, da Rapallo fino al Municipio Centro Est della città di Genova, con l’obiettivo di far emergere il protagonismo positivo dei giovani. “Un’iniziativa sorta accanto al Centro”, continua Baldassarre, “è la creazione di una piccola ciclo-officina che sta a poco a poco prendendo campo in città. Sia gli operatori che i ragazzi ne sono davvero soddisfatti”. Il centro giovani è un ottimo esempio di collaborazione tra enti pubblici e privati, ma soprattutto rappresenta la volontà degli amministratori nel puntare sulla risorsa più preziosa che il territorio possa avere: le persone.

Il Centro Giovani “Fuoridaibinari” è aperto il lunedì e il giovedì dalle 14:30 alle 18:30. È contattabile al numero telefonico 389 2506677, oppure via mail all’indirizzo [email protected] e sul profilo Facebook “Fuoridaibinari Rapallo”.

Roberto Polleri

LASCIA UN COMMENTO