Rapallo. Blu area per tutti anche i disabili

0
CONDIVIDI
Uffici comunali Rapallo chiusi il 24 e il 31 dicembre

comune rapalloGENOVA.  1 SET.  Se una volta,  parliamo del Medioevo e dintorni, si pagavano le ‘gabelle’ per entrare in una data città,  oggi per parcheggiare a Rapallo i novelli ‘pubblicani’  o ‘gabellieri’ si chiamano Apcoa.

Infatti sia che il parcheggio sia diurno,  notturno,  festivo o feriale deve essere sempre pagato, nessuna pietà neppure per i disabili e la cosa purtroppo non è una novità vedi piazza della Vittoria a Genova.

Comunque a Rapallo è la solita Apcoa, a gestire le “blu area” per conto del Comune.

 

Così salta fuori un caso estremo,  che poi così  estremo non è,  quello dell’arrivo ad un cittadino disabile di una lettera in cui gli richiede il pagamento di una sosta passata, con tanto di penale piuttosto salata.

A sollevare la questione è Fabio Tosi, consigliere regionale Cinque Stelle, rapallino.

“Ci fanno pagare anche la sosta nelle ore notturne – dichiara Tosi – credo succeda quasi solo a Rapallo”.

Ed ancora: “Insieme al consigliere Solari  abbiamo chiesto un accesso agli atti per capire come verrà imbastito il nuovo bando. Non siamo contrari al rinnovo della concessione ad Apcoa, ma almeno che vengano messi dei paletti”. 

I parcheggi liberi,  per intenderci quelli con le strisce bianche a Rapallo sono pochi e sembra che il Comune abbia intenzione di sostituirle a ‘beneficio’ di nuove aree a pagamento.

Nel mirino del Comune ci sarebbero i parcheggi liberi in piazza delle Nazioni, alle porte del centro storico e davanti alla stazione e i comitati cittadini sono già sulle barricate.

 

LASCIA UN COMMENTO