Rally, record di iscritti per la Ronde Val d’Aveto

0
CONDIVIDI
Rally
Rally
Rally

GENOVA 24 AGO. L’undicesima edizione della Ronde della Val d’Aveto segna un record importantissimo ancor prima di cominciare, presentando un ricchissimo elenco iscritti composto da 105 equipaggi. Un numero mai raggiunto in passato, che consacra definitivamente la crescita di una manifestazione sempre più amata dai rallisti italiani.
La Lanternarally, in collaborazione con il Gruppo Sportivo Allegrezze e con l’Amministrazione locale, aveva stabilito il tetto massimo di 100 iscritti, ma con un grande sforzo ed alcune modifiche alla logistica è stato possibile accogliere altri concorrenti, con il ricco elenco che ha raggiunto così quota 105 unità.

Dato l’elevato numero di partenti sono stati rivisti anche gli orari della manifestazione, che subiranno diverse variazioni. Venerdì 26 agosto dalle 18 alle 20 sarà possibile effettuare le pre-verifiche sportive presso l’Hotel Siva, mentre sabato 27 le verifiche sportive con distribuzione dei road book inizieranno alle ore 8.30 e termineranno alle 13.30, sempre presso l’Hotel Siva. L’orario delle verifiche tecniche (in Piazza del Popolo) sarà invece dalle 8.30 alle 14, mentre resta invariato lo shakedown (10.30 – 13.30). Per facilitare e velocizzare le operazioni sono stati assegnati orari di verifica a seconda delle classi di appartenenza, pubblicati sul sito ufficiale Lanternarally. Variazione anche sulla tabella distanze e tempi, con i riordini che saranno allungati. Confermato l’orario della partenza, alle 9 di domenica 28 agosto, ma il nuovo orario di arrivo è previsto alle 17.46.

Nel lungo elenco iscritti si notano diversi nomi di piloti pretendenti alla vittoria finale, che da pronostico potrebbe facilmente essere contesa tra Signor (Ford Focus WRC) e Simone Miele (Ford Fiesta WRC), con Cobbe (Ford Focus WRC), Araldo (Ford Fiesta R5), Arzà (Ford Fiesta R5) e Curatolo (Ford Fiesta R5) possibili outsider. Riflettori puntati anche sui due piloti còrsi, Michel Branca (Ford Focus WRC) e Ahmed El Kaddouri (Ford Fiesta R5), e sul velocissimo Mauro Miele (BMW M3), che con Rigo (Peugeot 207 Super 2000) e “Iceman” (Mitsubishi R4) completeranno la lunga lista delle top car al via.
Sorprese potrebbero arrivare anche dalle vetture a due ruote motrici, con Marco Corona a guidare una pattuglia di ben otto Super 1.6, seguite da cinque R3 e sette R2. Ricca anche la classe A7, con nove partenti e la presenza della temuta Peugeot 205 di Albino Condrò, mentre in classe N3 si contano ben 19 iscritti, seguiti da cinque K10, una A6, una RS4, sette A5, ventuno N2, due RS3, tre A0, due N1 ed una N0.
Le ore che separano i concorrenti ed il pubblico da questa attesissima undicesima edizione della Ronde della Val d’Aveto sono davvero poche, a Santo Stefano tutto è pronto per la consueta grande festa.

 

C

LASCIA UN COMMENTO