Rally, Alle Ronde Val d’Aveto la Hyundai i20 WRC

0
CONDIVIDI
ElbaLQ75
ElbaLQ75
ElbaLQ75

GENOVA 21 AGO.  La notizia era nell’aria, finalmente oggi è arrivata l’ufficialità. La 10° Ronde della Val d’Aveto vedrà al via una tra le più evolute vetture da rally, la Hyundai i20 WRC della HMI, portata in gara dal genovese Andrea Mezzogori in coppia con Roberta Baldini. “Si tratta della prima partecipazione nella nostra regione per una vettura del nuovo team HMI, che ha radici liguri e che vanta tra il suo staff numerosi ex componenti della Grifone, bandiera del rallismo genovese dei decenni passati. Siamo davvero felici che questo esordio avvenga per mano di Mezzogori, che a Santo Stefano vanta un successo assoluto, tornare sulle strade di casa avrà un sapore particolare per tutto il team”. A parlare è il genovese Luca Murdolo, team manager della neonata struttura con un passato ventennale in Grifone.
La squadra ha in gestione due esemplari della vettura coreana, uguali in ogni particolare a quelli utilizzati nel Campionato del Mondo.

“La peculiarità delle nostre vetture – prosegue Murdolo – è proprio quella di non differire dalle auto ufficiali di Hyundai Motorsport, che ha accolto ad inizio stagione la nostra proposta e che, per scelta, non ha un reparto corse clienti”.
Le parole del manager genovese sono chiare: gli appassionati potranno vedere in azione a Santo Stefano d’Aveto una vettura identica a quella che utilizzano Neuville, Sordo e Paddon nel WRC. Proprio il pilota neozelandese salirà ad ottobre sulla stessa vettura utilizzata da Mezzogori in occasione del Rallylegend.

Con la presenza della Hyundai si aggiunge così un altro importante tassello ad un elenco partenti che si annuncia ricchissimo, con diversi big che hanno già confermato la loro partecipazione a questa classica del rallismo del nord Italia. I vincitori 2014 Signor-Bernardi cercheranno il bis con la Ford Focus WRC, mentre sono confermate al momento altre due World Rally Car (Pettenuzzo su Focus e Marti su Subaru Impreza), ma ne sono attese altre. Altra partecipazione eccellente è quella di Jacopo Araldo con la Ford fiesta R5 e si contano già un paio di Peugeot 306 Maxi (“Babu” e Musci).

 

Il lavoro della Lanternarally e del Gruppo Sportivo Allegrezze, con la collaborazione dell’amministrazione locale e di tutta la popolazione di Santo Stefano, è in dirittura d’arrivo ed è stato definito in queste ore uno speciale premio, destinato al primo classificato tra le due ruote motrici, messo in palio proprio dal Gruppo Sportivo: un carrello da officina con all’interno un set di attrezzi. Il weekend del 29-30 agosto è ormai dietro l’angolo e Santo Stefano d’Aveto si prepara a tornare per due giorni la capitale rallistica d’Italia.

 

LASCIA UN COMMENTO