Rabbia a Sampierdarena: 1000 in corteo per dire no al degrado

0
CONDIVIDI
Il corteo di Sampierdarena dello scorso maggio contro degrado, illegalità ed immigrazione irregolare
Il corteo di Sampierdarena contro degrado, illegalità ed immigrazione selvaggia
Il corteo di Sampierdarena contro degrado, illegalità ed immigrazione selvaggia

GENOVA. 7 MAG. L’ordinanza anti alcol deve essere applicata da Tursi rigorosamente. Alcuni dei locali etnici e di ritrovo per immigrati, dove scoppiano spesso le risse, devono essere chiusi per sempre.

Sono alcuni degli slogan contro il degrado, l’llegalità e l’immigrazione selvaggia urlati ieri a Sampierdarena. Ieri nel quartiere circa mille persone sono sfilate in corteo. Una manifestazione di orgoglio e dignità, che si è svolta in modo pacifico.

La rabbia dei residenti si è fatta sentire. Eccome. Tra gli striscioni di protesta anche quelli contro il Comune del sindaco Doria e il Municipio del presidente Marenco (Pd), istituzioni definite “assenti”.

LASCIA UN COMMENTO