Quasi come a Certosa, pedone in fin di vita a Sampierdarena

6
CONDIVIDI
Investe pedone e fugge: acciuffato dalla municipale
La Polizia Municipale municipale presidia Sampierdarena, ma non basta: come a Certosa, ancora un tentato omicidio stradale del sabato sera
La polizia municipale municipale presidia Sampierdarena, ma non basta: quasi come a Certosa, ancora un pedone centrato in pieno durante i bagordi del sabato sera. Caccia all’auto pirata

GENOVA. 14 FEB. Come a Certosa. E’ trascorso neppure un mese da quella maledetta mattina di domenica 24 gennaio, in cui Giuseppe Buttaro fu ucciso da un ecuadoriano ubriaco e drogato alla guida di un’auto, dopo i bagordi del sabato sera. A Genova stanotte si è registrato un altro pedone centrato in pieno da un’auto: è tentato omicidio stradale.

Ancora una vittima degli automobilisti impuniti, che il sabato sera si mettono alla guida sotto l’effetto di alcol o droga. Stavolta l’episodio è avvenuto poco dopo mezzanotte in via Balleydier, dietro via di Francia a Sampierdarena. Il conducente dell’auto pirata, anziché fermarsi, ha ingranato la marcia ed è fuggito in direzione del centro città, lasciando esanime la vittima sul marciapiede, che poi è stata soccorsa dai volontari del 118.

La vittima è un marocchino di 50 anni e si trova ricoverato in fin di vita all’ospedale Villa Scassi di Sampierdarena. Ha riportato gravi traumi alla schiena, torace e al cranio: le sue condizioni sono critiche.

 

Secondo la polizia municipale, che sta indagando sul tentato omicidio stradale, ci sono alcuni testimoni, che avrebbero aiutato ad identificare l’auto pirata. E’ caccia al conducente pericoloso.

 

6 COMMENTI

  1. L’importante è prima fare la legge sulle coppie omosessuali!!!! C…. me ne frega lì non muore nessuno qui invece continua a morire gente innocente X colpa di assassini legalizzati dallo stato alla quale la giustizia non è capace di punirli a modo!!!!Vergognatevi tutti

LASCIA UN COMMENTO