Home Spettacolo Spettacolo Italia

“LA FAMIGLIA DELL’ ANTIQUARIO” DI GOLDONI APRE LA STAGIONE DELLO STABILE

0
CONDIVIDI

le vendite e delle prenotazioni per tutte le repliche (sino a domenica 25 novembre) a partire da martedì 6 novembre. Con questo spettacolo nato dalla rinnovata collaborazione del Teatro Stabile di Genova con lo Stabile del Veneto e presentato in anteprima, con esiti trionfali, alla Biennale di Venezia e al Festival di Barcellona nell’ambito delle celebrazioni del terzo centenario della nascita di Carlo Goldoni, lo Stabile genovese torna per la tredicesima volta nella sua lunga storia al teatro del drammaturgo veneziano alla riscoperta della cui modernità ebbe occasione di dare un grande contributo già negli anni Sessanta e Settanta con spettacoli quali “I due gemelli veneziani”, “Una della ultime sere di Carnovale”, “I rusteghi”, “La casa nova”. Inoltre, con la messa in scena di La famiglia dell’antiquario del catalano Lluís Pasqual, lo Stabile prosegue lungo il percorso che lo ha già visto collaborare con alcuni tra i maggiori registi del teatro europeo, quali Terry Hands e William Gaskill, Otomar Krejča, Benno Besson, Alfredo Arias sino a Matthias Langhoff. Rappresentata per la prima volta durante il carnevale del 1750, “La famiglia dell’antiquario” è la sesta delle sedici commedie che Goldoni progettò e realizzò in un solo anno, per dar corpo alla sua riforma teatrale, incentrata sulla sintesi tra Teatro e Mondo. Accanto a Eros Pagni, nel ruolo del “borghese” Pantalone, sono Virgilio Zernitz (il nobile “antiquario” del titolo), Anita Bartolucci (sua moglie), Gaia Aprea (Doralice, sua nuora), Aldo Ottobrino (Giacinto, suo figlio) e Paolo Serra, Enzo Turrin, Nunzia Greco, Piergiorgio Fasolo, Giovanni Calò, Massimo Cagnina. Scene di Ezio Frigerio, costumi di Franca Squarciapino, musiche di Antonio Di Pofi e luci di Sandro Sussi. “La famiglia dell’antiquario” è stato giudicato dalla critica italiana “il risultato più alto del Festival goldoniano” (‘La Repubblica’) e da quella spagnola “uno spettacolo intelligente, agile, divertente e ben interpretato” (‘El Mundo’), “una grande notte di teatro” (‘El Periodico de Catalunya’). Un prologo, quello di Venezia e Barcellona, coronato da uno straordinario successo che ha unito insieme Eros Pagni e tutti gli altri attori della Compagnia (“Sentir recitare così è un piacere, tutti sono eccellenti. Ovazioni”, scrive il critico di ‘La Stampa’), i tecnici e il regista. Per “La famiglia dell’antiquario” sono validi tutti gli abbonamenti (Fisso, Libero, Giovani), oltre che le consuete agevolazioni per studenti e gruppi organizzati in collaborazione con l’Ufficio Rapporti con il Pubblico. Orari: feriali ore 20,30 festivi ore 16. Prezzi: 23,50 euro (1° settore), 16,00 euro (2° settore). Prevendite da martedì 6 novembre.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here