Putin invia console Anna Bulatova per assistere Markov

0
CONDIVIDI
Il console generale della Federazione Russa a Genova Anna Bulatova con il console onorario di Slovenia e il presidente della Camera di commercio Italo Russa
Il console generale della Federazione Russa a Genova Anna Bulatova con il console onorario di Slovenia e il presidente della Camera di commercio Italo Russa
Il console della Federazione Russa a Genova Anna Bulatova in una foto d’archivio: Igor Markov è cittadino russo, non va estradato in Ucraina

GENOVA. 28 GEN. E’ rimasta tutto il giorno ad attendere la decisione dei magistrati genovesi, che devono ancora pronunciarsi sull’estradizione del dissidente ucraino, l’ex parlamentare filorusso Igor Markov, arrestato l’anno scorso in un hotel di Sanremo dalla polizia italiana perché ricercato dal governo di Kiev.

Anna Bulatova è il console del consolato generale della Federazione Russa a Nervi, che era arrivata già nei mesi scorsi a Genova da Milano, dove era vice console. Putin l’ha inviata in Tribunale per difendere il dissidente arrestato: “Per noi Markov è cittadino russo, normale offrirgli la dovuta assistenza consolare”.

Il dissidente Markov è accusato dal governo ucraino per le presunte violenze, che sarebbero avvenute nel 2007 a Odessa in danno di alcuni manifestanti nazionalisti ucraini. I giudici genovesi hanno respinto la richiesta ufficiale del console russo di entrare come parte al processo.

 

Il legale di Markov, Enrico Scopesi, ha chiesto che il Tribunale respinga la richiesta del governo di Kiev. In Ucraina non sarebbero rispettati i diritti umani previsti dall’Onu e, se estradato, Markov potrebbe andare incontro ad abusi, violenze e torture inaccettabili per un paese civile come l’Italia. Il sostituto procuratore generale Enrico Zucca: “le gravissime che si sono purtroppo verificate in Ucraina, sono una realtà purtroppo documentata”. Fabrizio Graffione

LASCIA UN COMMENTO