Pusher tunisino entra ed esce senza stare in cella un minuto

14
CONDIVIDI
Minaccia di morte la cognata: calabrese denunciato dai carabinieri
Pusher tunisino pregiudicato messo ai domiciliari anziché in galera, evade: denunciato dai carabinieri
Pusher tunisino pregiudicato messo ai domiciliari anziché in galera, evade per l’ennesima volta: denunciato dai carabinieri

GENOVA. 5 FEB. Li acchiappano, entrano in carcere neanche un minuto, che escono ai domiciliari, ma poi continuano a delinquere tranquilli fregandosene  della legge sgattaiolando tranquilli fuori casa. Poi li riacchiappano, rientrano, riescono e delinquono ancora. Ormai il tran tran a Genova è questo. Sarebbe più logico e facile tenerli per un po’ in galera, anche perché è impossibile fare i controlli a domicilio per tutti.

Stavolta, però, al protagonista della solita storia è andata male. Un pusher tunisino, che era stato messo fuori dal carcere su ordine dei giudici per scontare la pena a casa. Tuttavia, non ci stava quasi mai e ieri sera quando i carabinieri sono andati a fargli una visitina, l’extracomunitario era tranquillo e beato in giro per i vicoli.

Il personale del Nucleo radiomobile, ha quindi deferito in stato di libertà per “evasione”, il pusher tunisino 26enne, domiciliato a Genova, pregiudicato.

 

 

14 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO