Purghe staliniane nel Pd spezzino, Baudone rimosso pure da Fb

0
CONDIVIDI
Il tiranno Josif Stalin al vertice di Jalta
Il tiranno Josif Stalin al vertice di Jalta
Il tiranno Josif Stalin al vertice di Jalta

GENOVA. 22 LUG. Vittima dei compagni alla Josif. L’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Sarzana, Massimo Baudone, renziano, ha dimostrato “apprezzamento” per le intenzioni del ministro spezzino della Giustizia Andrea Orlando di tentare di “ricucire” il partito in città e a La Spezia sono scattate le epurazioni in pieno stile staliniano.

L’assessore è stato rimosso da amministratore del gruppo Facebook del Pd sarzanese. Baudone ha così deciso di dimettersi da assessore e ha comunicato che lascerà il partito. A far scoppiare il caso e l’epurazione del quadro dirigente è stato un post sul social network, in cui Baudone ha condiviso la locandina di un evento a cui partecipa il ministro Orlando.

“Alla faccia di Erdogan, proprio un partito che aiuta il dialogo” ha scritto Baudone. La bagarre tra correnti nel Pd nei mesi scorsi portò alle dimissioni di tre assessori non renziani nel Comune di La Spezia.

 

 

LASCIA UN COMMENTO