Pucciarelli (Lega): a La Spezia purtroppo nessun islamico a Messa

10
CONDIVIDI
La leghista Stefania Pucciarelli in consiglio regionale aveva indossato il burka per protestare contro la violenza degli integralisti musulmani
La leghista Stefania Pucciarelli in consiglio regionale aveva indossato il burka per protestare contro la discriminazione e la violenza degli integralisti musulmani
La leghista Stefania Pucciarelli in consiglio regionale aveva indossato il burka per protestare contro la discriminazione e la violenza degli integralisti musulmani

LA SPEZIA. 1 AGO. A la Spezia ieri a Messa, nelle varie Chiese, non si è visto nessuno dei duemila islamici presenti in città. Per la consigliera regionale Stefania Pucciarelli (Lega Nord) è stata un’occasione persa per manifestare in favore della pace e contro l’odio.

“Ieri – ha spiegato Pucciarelli – nelle Chiese di molte città, circa 23mila su un milione e mezzo di musulmani presenti in Italia, hanno partecipato alla Messa insieme ai cattolici in segno di solidarietà per il brutale assassinio di padre Jacques Hame. Purtroppo, l’iniziativa a La Spezia non ha avuto riscontri poiché sembrerebbe che nessun islamico abbia partecipato alla Messa nelle nostre Chiese per dare un segnale di pace contro l’odio, dopo il vile atto terroristico di Rouen. La solidarietà si sarebbe concretizzata unicamente nei giorni scorsi e, sostanzialmente, solo con una telefonata al Vescovo Palletti.

Considerando che i musulmani a La Spezia sono oltre duemila, è significativo che nessuno di loro abbia ritenuto importante partecipare all’iniziativa. Non dimentichiamoci che il centro culturale islamico di Via Venezia si trova appena poco distante dalla Chiesa di piazza Brin. La struttura, peraltro, era stata al centro di una mia interrogazione in Regione per alcune proteste dei cittadini della zona.

 

Inoltre, proprio l’attività di quella Chiesa è rivolta all’integrazione e alla solidarietà fra le diverse comunità coesistenti nel quartiere Umbertino. Partecipare, in quella Chiesa, alla Messa domenicale, avrebbe certamente lanciato un segnale di pace e moderazione più significativo da parte dei musulmani che vivono nello spezzino. Ma questo purtroppo non è avvenuto”.

10 COMMENTI

  1. Dobbiamo riprenderci la nostra nazione questi ci faranno fare la fine dei nativi americani, stanno piano piano conquistando il territorio e nessuno se ne sta accorgendo, finiremo ghettizzati e ci verranno imposti usi e costumi religione è questo quello che vogliamo per noi ed i nostri figli, vogliamo che le nostre figlie vengano picchiate e vendute come capre al macello vogliamo che portino il velo islamico vogliamo vivere liberi di poter vestirci di poter sposare chi vogliamo di poter mangiare quando e quello che vogliamo ecc ecc oppure tornare indietro di almeno 800 anni come sono loro e vivere nel terrore?

LASCIA UN COMMENTO