Home Cronaca Cronaca Genova

Protesta unitaria dei vigili del fuoco contro i tagli

2
CONDIVIDI
Protesta unitaria dei vigili del fuoco contro i tagli

GENOVA. 2 MAG. Le sigle sindacali dei vigili del fuoco annunciano una protesta unitaria contro i continui tagli di risorse e l’aumento dei carichi di lavoro dopo la soppressione del Corpo forestale.

Per questo hanno organizzato un incontro aperto a tutti per il 4 maggio presso la sala CAP di Via Albertazzi.

Con il claim “LIGùRIA BRUXA”, i vigili del fuoco spiegano come la soppresione del Corpo Forestale abbia “causato il trasferimento di alcune competenze ai Vigili del Fuoco, determinando un incremento considerevole degli interventi per incendio boschivo ed un aumento del carico di lavoro per gli operatori VF in una fase in cui il Corpo Nazionale è in grave carenza di personale su tutto il territorio.”


“In questo contesto nazionale – spiegano i sindacati con una nota – la regione Liguria rappresenta uno dei territori più fragili dal punto di vista idrogeologico e degli incendi boschivi.
Considerata la criticità dello svolgimento del soccorso ordinario tecnico urgente riteniamo assolutamente inadeguata la proposta da parte delle Regione di una convenzione che riduce le risorse economiche, non tenendo conto delle peculiarità della regione e dimostrando la lontananza della politica nei confronti dei cittadini e dei lavoratori. Un aumento delle risorse comporterebbe ad una risposta, anche se parziale, nell’affrontare le emergenze boschive”.

Per questo motivo le sigle sindacali chiedono “al governo regionale ed alla nostra amministrazione di prendere consapevolezza che le risorse economiche destinate sono insufficienti, che i pompieri possono avere difficoltà nel garantire il soccorso, se si dovessero manifestare più criticità, e che si impegnino ufficialmente affinché ci sia un aumento sostanziale del personale operativo. Denunciamo pubblicamente che la situazione è estremamente grave mettendo a rischio i cittadini liguri, il patrimonio boschivo ed i vigili del fuoco”.

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here