Home Cronaca

PROSEGUE LA VICENDA DELLA VIOLENZA AL MIGLIORINI DI FINALE. I COMPAGNI DIFENDONO I RECLUSI

0
CONDIVIDI
Controlli antidroga nel finalese, nei guai due minori

istituto migliorini finaleGENOVA. 14 FEB. Il gesto di violenza nei confronti della giovane nei bagni del Migliorini di Finale Ligure sarebbe durato trenta-quaranta secondi, interrotti dall’arrivo di un insegnante.
A ricostruire i fatti il gip del Tribunale dei Minori Giuliana Tondina che riporta le parole della vittima.

La ragazza avrebbe raccontato ai carabinieri di essere stata portata nello spogliatoio dove c’erano uno studente con i pantaloni abbassati e uno dei ragazzi le avrebbe avvicinato il viso ai genitali dell’amico che indossava i boxer, sotto gli occhi di un terzo, mentre il quarto faceva da palo fuori dallo spogliatoio.

Dai compagni di scuola arriva la solidarietà ai quattro messi in comunità: “Ci teniamo a dire ancora una volta che qui non è successo nulla. Nessuno ha stuprato nessuno e quella ragazza si è inventata tutto”.


L’avvocato della ragazzina Maria Teresa Bergamaschi, nel frattempo puntualizza: “La mia assistita non ha mai parlato di stupro e nemmeno di essere stata costretta ad un rapporto”.

Poi in riferimento all’amica che le avrebbe inviato un sms accusandola di essersi inventata tutto, l’avvocato sostiene che si sia trattato di un giudizio “viziato da quanto pubblicato sui media”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here