Home Da Sistemare

PROFUMO OLIMPICO AL LANCIO DI SUZUKI SPLASH

0
CONDIVIDI

 Mercoledì 19 marzo, in occasione della presentazione della nuova Suzuki Splash avvenuta presso Autoge, si sono ritrovati gli atleti più votati della nona edizione di “Vota le Stelle nello Sport”: gli schermitori Stefano Carozzo e Bianca Del Carretto, i podisti Andrea Giorgianni e Unaj Castrillejo, la karateca Viviana Bottaro hanno tracciato un bilancio della loro storia sportiva e raccontato le loro ambizioni future. Con loro i dirigenti Valter Mereta (Gruppo Città di Genova), Antonio Puggioni (presidente Comitato Provinciale Genova), Rudy Figari (Pro Recco Judo) e Francesco Viscardi (CDS Liguria).
Per Stefano Carozzo, vicecampione del mondo nel 2007 a San Pietroburgo, sarà un anno molto importante: lo spadista in forza al Circolo della Spada Liguria ha conquistato il pass per la qualificazione olimpica e nella specialità a squadre cercherà di vincere una medaglia. “Pechino è un sogno che si realizza – racconta – il mio amore verso la scherma nasce dai tempi in cui seguivo le avventure di Zorro in televisione”. Un grazie va a chi ha sempre creduto in lui. “Sono savonese ma a Genova Renato Buratti, Federica Marconi e tutto il Circolo della Spada Liguria mi hanno praticamente adottato: li ringrazio per il supporto che non mi hanno mai fatto mancare”. Per Bianca Del Carretto la missione Pechino è ancora durissima ma c’è ancora uno spiraglio. “Ce la metterò tutta, ma sarà durissima perché l’ultima prova di qualificazione è veramente difficile”. Nel Club Scherma Rapallo ci sono giovani atlete che la stimano e vogliono percorrere la sua strada. “Martina Maggio, fresca campionessa europea a Rovigo, e la giovanissima Camilla Rivano sono due  promesse che saranno sicuramente mantenute: spero possano raggiungere grandi traguardi”. Viviana Bottaro, portacolori della Colle degli Ometti, è pluricampionessa italiana, europea e mondiale: mercoledì ha indicato la sua strada per il successo nel karate. “Ci vogliono grande concentrazione e pazienza – confida – l’importante è non arrendersi mai dopo i primi risultati negativi”. Le Olimpiadi, per il momento, non coinvolgono la sua disciplina ma “dal 2016 il karate potrebbe essere incluso: avrò 29 anni, spero di essere ancora protagonista”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here