Home Cronaca Cronaca Genova

PROCESSO ADINOLFI. SUL WEB LA SOLIDARIETA’ AGLI ANARCHICI PROCESSATI

0
CONDIVIDI
fai fri anarchici

fai fri anarchiciGENOVA. 30 OTT. Sul web sono diverse le testimonianze di solidarietà nei confronti dei due anarchici Alfredo Cospito e Nicola Gai che hanno effettuato un attentato nei confronti dell’Ad di Ansaldo Nucleare Roberto Adinolfi e per cui, questa mattina, è iniziato il processo.

Ne citiamo due che abbiamo trovato sul web (con i relativi link), unico sistema di contatto per conoscere le idee e i pensieri dei gruppi anarchici. Più volte durante le manifestazioni abbiamo cercato un contatto, ma siamo sempre stati rifiutati ed, in vari modi allontanati ed accusati di fare parte del “sistema”.

Premettiamo che i testi riportati riguardano fatti di cronaca, pura cronaca e da parte nostra non vi è alcuna tendenziosità nè politica, nè ideologica e, per questo motivo, prendiamo le distanze da tali dichiarazioni. L.B.


Da RadioAzione. “Stamattina al tribunale di Genova si è svolta la prima udienza del processo, con rito abbreviato, contro i compagni Alfredo Cospito e Nicola Gai. I due compagni erano indagati ed arrestati dal 14 settembre 2012 con l’accusa di aver azzoppato l’A.D. di Ansaldo Nucleare Roberto Adinolfi il giorno 7 maggio 2012.

Alfredo e Nicola hanno rivendicato l’attacco ad Adinolfi cercando di leggere i testi di rivendicazione, ma sono stati mandati via dall’aula da parte del giudice.

Alfredo e Nicola, da quanto si apprende dalla stampa nazionale, hanno rivendicato l’azzoppamento dello “stregone dell’atomo” scendendo nei particolari della preparazione dell’attacco e riportando anche la frase che ha urlato Adinolfi al momento che fu ferito(“Bastardi, so benissimo chi vi manda“…evidentemente gli anarchici non erano i suoi soli nemici in quel periodo)….”

“In una splendida mattina di maggio ho agito ed in quelle poche ore ho goduto a pieno della vita. Per una volta mi sono lasciato alle spalle paura e autogiustificazioni e ho sfidato l’ignoto. In una Europa costellata di centrali nucleari, uno dei maggiori responsabili del disastro nucleare che verrà è caduto ai miei piedi. Voglio essere molto chiaro: il nucleo Olga FAI/FRI siamo solo io e Nicola. Nessun altro ha partecipato, collaborato, progettato tale azione; nessuno era a conoscenza del nostro progetto…. Concludo con una citazione di Martino (Marco Camenish) guerriero mai piegato, per il suo profondo amore per la vita da più di vent’anni prigioniero, rinchiuso oggi in un asettico carcere svizzero, faccio mie queste sue parole: «… il coraggio di pensare le cose fino in fondo, trasgredire il divieto di polizia tecnologica del “impossibile” o dell’“inconcepibile”, di pensare altro e in altro modo agendo di conseguenza. Solo questo può condurci fuori dalla tiepida brodaglia tossica della modernità nei luoghi dove niente e nessuno ci guiderà nel luogo senza sicurezze, nel luogo della responsabilità in prima persona per la non-sottomissione con tutte le sue conseguenze. La libertà è dura e pericolosa e non c’è vita senza la morte. Per timore della vita spesso ci rassegnamo in schiavitù all’annientamento.» Morte alla civilizzazione,
Morte alla società tecnologica, Lunga vita alle CCF, Lunga vita alla FAI/FRI, Viva l’internazionale nera! Viva l’anarchia!! Alfredo Cospito”.

RadioAzione: http://radioazione.noblogs.org/?tag=nicola-gai

Da ContraInfo. “Grecia: Voglio compagni, non la massa, testo solidale con Nicola Gai ed Alfredo Cospito.
In Italia, il 30 ottobre, c’è l’udienza contro i nostri due fratelli, Alfredo Cospito e Nicola Gai, sull’accusa della gambizazzione al CEO di Ansaldo Nucleare. L’attacco è stato rivendicato dalla celulla Olga FAI/FRI

Conosco persone… persone taciturne e loquaci, codarde e audaci, umili ed arroganti…

Persone che vivono ubbidientemente, come pecore ed altre che si nascondono in modo sleale, come iene.

Conosco persone che sognano senza fantasia ed altre che vivono senza sognare… persone i cui occhi sono abituati a guardare in basso e le cui orecchie sono solite ricevere ordini “svegliati”, “lavora”, “paga”, “compra”, “credi”, “finisci”…

Le nostre parole oggi incidono come una lama e le nostre azioni bruciano i ponti con il passato… Con tenacia e volontà, fino a quando uccideremo l’autorità. Per Nicola e Alfredo. Per gli Anarchici d’Azione”.

I membri della Cospirazione delle Cellule di Fuoco: Giorgos Nikolopoulos, Michalis Nikolopoulos, Christos Tsakalos,  Gerasimos Tsakalos, Olga Ekonomidou, Damiano Bolano, Panagiotis Argirou, Giorgos Polidoros, Theofilos Mavropoulos, Haris Hatzimichelakis
Il membro della FAI/FRI Andreas Tsavdaridis e l’anarconichilista Spyros Mandylas”

ContraInfo. Rete di traduzione per la controinformazione: http://it.contrainfo.espiv.net/2013/10/28/grecia-voglio-compagni-non-la-massa-testo-solidale-con-nicola-gai-ed-alfredo-cospito/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here