Pro Recco Youth Academy, le società coinvolte “Sarà un successo”

0
CONDIVIDI
Pallanuoto
Pallanuoto
Pallanuoto

GENOVA 3 AGO. La Pro Recco Waterpolo Youth Academy entusiasma tutti i dirigenti delle società coinvolte. Ecco di seguito le loro dichiarazioni.

Eraldo Pizzo, vicepresidente Pro Recco: “È un’iniziativa molto bella che la nostra società doveva prendere: siamo considerati la squadra più forte al mondo ed è giusto dare qualcosa agli altri. Speriamo di attrarre tanti giovani e di costruire giocatori di livello, per noi ma anche per i club che collaborano. E chissà che la partenza dell’Academy non faccia da sprone alla costruzione delle due piscine: sarebbe una grande cosa”.
Giorgio Giorgi, presidente Sporting Club Quinto: “La realizzazione di un’unica Academy per l’avviamento dei giovanissimi alla pallanuoto, costituita fra società che abbracciano un territorio che va da Rapallo a Genova, è una prima soluzione per fare sistema all’interno di uno sport che, nato eroicamente nei piccoli borghi liguri, è adesso troppo stretto in queste località. Se riusciremo a far ristrutturare la piscina Mario Massa di Nervi, questa diventerà la perla di Genova per la pallanuoto giovanile. Per lo Sporting Club Quinto percorrere questa strada insieme a Pro Recco, Camogli e Rapallo costituisce un pegno di credibilità, serietà e professionalità”.

Alessandro Martini, presidente Rapallo Nuoto e vice presidente Rapallo Pallanuoto: “Ormai sono due anni che Camogli e Rapallo collaborano, ottenendo ottimi risultati sia sportivi sia gestionali. Credo che il futuro sia questo e diverse saranno le collaborazioni tra le società con realtà simili alla nostra. L’Academy sarà di fondamentale importanza per la crescita e la formazione dei giovani. Crediamo in un progetto quadriennale ed ogni club dovrà contribuire apportando il proprio bagaglio di competenze acquisite in anni di lavoro: se questo avverrà sarà la prima storica vittoria”.
Enrico Antonucci, presidente Rapallo Pallanuoto: “La nostra Società ha sempre creduto nella scuola pallanuoto, femminile in questo caso specifico. Abbiamo sposato il progetto fin dai primi incontri con il presidente Felugo: nell’Academy puntiamo davvero molto e speriamo che possano nascere atleti e atlete di livello internazionale”.

 

Massimo Bozzo, presidente Rari Nantes Camogli: “Questa intesa è motivo di orgoglio perché rientra nell’ottica di far crescere i ragazzi e proseguire così la filosofia della nostra società. Darà la possibilità a tutti i giovani pallanuotisti della zona di avere un traguardo unico a cui puntare ed è rivolta sia a chi ha le doti per ambire a giocare nella Pro Recco, società che rappresenta l’eccellenza assoluta del nostro sport, sia a chi magari non ha le qualità ma una grande passione. Per noi la pallanuoto ha anche una funzione sociale che, ne sono certo, sarà maggiormente valorizzata da questa collaborazione”.

Elisa Casanova, rappresentante Piscine di Albaro e Nuotatori Genovesi: “Crediamo moltissimo nel progetto dell’Academy, siamo davvero contenti sia iniziata questa importante collaborazione”.

LASCIA UN COMMENTO