Prima nazionale de “Il borghese gentiluomo”, questa sera al Duse

0
CONDIVIDI
Prima nazionale de “Il borghese gentiluomo”, questa sera al Duse

GENOVA. 19 OTT. Il borghese gentiluomo parte di un gruppo di commedie-balletto che Molière propose come divertimenti di Corte, dedicandole a Luigi XIV che nel febbraio 1669 gli aveva finalmente accordato di rappresentare pubblicamente Tartufo. Questa commedia, scritta e rappresentata per la prima volta nel 1670, intreccia elementi che provengono dalla tradizione classica (greca e latina) con la satira della società del suo tempo.

Il borghese gentiluomo è una grande opera di satira nei confronti dell’ignoranza, dei nuovi vizi dell’epoca (quella seicentesca, ma anche la nostra, in cui conta più l’immagine che la sostanza) e della nuova categoria sociale del borghese, all’epoca in fermento ed in ascesa. Si snoda intorno alla figura del ricco borghese che vorrebbe farsi gentiluomo e per questo si circonda di “maestri” che lo sfruttano, trascurando moglie e figlia, le quali non accettano di condividere la sua ossessione per i titoli nobiliari.

«Monsieur Jourdain è un personaggio insieme ridicolo e commovente, divertente e contraddittorio, un uomo a metà tra la più antica tradizione del teatro comico e la più crudele volgarità del nostro quotidiano. – dice il regista Filippo Dini – Jourdain incarna contemporaneamente un’irresistibile tensione al miglioramento di se stesso e il più becero degli arricchiti, negando continuamente nei fatti ciò che a parole chiama “fame di cultura”. Attorno a lui figuri loschi che desiderano soltanto derubarlo o truffarlo, coppie di nobili annoiati e scrocconi, ecc. Molière riesce così a ridere del suo contemporaneo Monsieur Jourdain è ridere di noi spettatori, del nostro tempo, della nostra epoca folle e misera, consegnandoci un teatro che deride la realtà senza mai detestarla».

 

Lo spettacolo rimarrà in scena al Duse fino a domenica 6 novembre 2016.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO