Prima espulsione efficace: 50 clandestini rispediti in Sudan

24
CONDIVIDI
Prima espulsione efficace a Ventimiglia: i clandestini liberi e senza torture
Caos immigrati: prima espulsione efficace a Ventimiglia
Caos immigrati a Ventimiglia: prima espulsione efficace di immigrati irregolari

IMPERIA. 24 AGO. Espulsione diretta dall’Italia al Sudan, dopo gli accordi, stipulati con successo nelle scorse settimane, fra il Viminale, il capo della polizia Franco Gabrielli e gli omologhi del Paese africano, che avrebbe anche collaborato con le autorità italiane inviando osservatori a Ventimiglia per aiutare ad individuare i concittadini clandestini tra gli altri africani.

Fra i rimpatriati non risultano esserci bambini, né persone anziane. Inoltre, nessuno di loro aveva ottenuto lo status di profugo.

I 50 immigrati irregolari, in parte respinti mentre tentavano di passare illegalmente il valico di frontiera con la Francia e in parte acchiappati per le vie di Ventimiglia, stamane sono stati trasferiti in bus dalla città ligure a Torino per essere direttamente rimpatriati a Khartoum.

 

Si tratta della prima espulsione diretta e quindi finalmente efficace.

In questi giorni, nei Comuni dell’estremo ponente ligure, prosegue l’operazione di alleggerimento promessa alla cittadinanza infuriata dal capo della polizia Franco Gabrielli.

Intanto, la Croce Rossa oggi ha riferito che nel centro transitorio di accoglienza del Parco Roja le colazioni servite agli immigrati sono state 393 contro le 450 di ieri.

Ora, bisogna pensare ai No Borders che continuano a creare problemi. Tre antagonisti stamane sono stati fermati dalla polizia perché si erano arrampicati su una torretta dell’aeroporto di Malpensa, in segno di protesta e per rallentare i tempi di espulsione dei sudanesi, che poi sono stati “dirottati” su Caselle. E’ stato convalidato il fermo per resistenza a pubblico ufficiale.

 

24 COMMENTI

  1. Dovrebbe essere la regola non l’eccezione da mettere in prima pagina. Le leggi ci sono. Applichiamole rapidamente. Accoglienza garantita per chi sfugge dalla guerra. I migranti economici hanno quote prestabilite per entrare in Europa.

LASCIA UN COMMENTO