Presunti profughi, Puggioni (Lega): giù le mani da Sestri Levante

17
CONDIVIDI
Alcuni immigrati che dicono di scappare da guerra e miseria: protestano con lo smartphone

GENOVA. 23 SET. Il consigliere regionale della Lega Nord Liguria Alessandro Puggioni, dopo l’allarme del consigliere comunale di minoranza di Sestri Levante Albino Armanino, oggi è intervenuto sul caso di Sestri Levante, dove alcuni cittadini hanno segnalato l’imminente arrivo di nuovi migranti nel quartiere della Lavagnina.

«Non vorrei che altri presunti profughi – ha spiegato Puggioni – arrivassero a Sestri Levante. I ‘rumor’ che stanno allarmando i cittadini, riguardano l’accoglienza di un imprecisato numero di immigrati a ‘Villa Rosita’ che si trova nel popoloso quartiere della Lavagnina. Se la segnalazione risultasse vera, si creerebbero ulteriori problemi e disagi non solo per i residenti della zona, ma anche per tutta Sestri Levante che dovrebbe fare i conti quotidianamente con persone che, come ormai accade da tutte le parti, come minimo vanno a mendicare in ogni angolo della città.

Inoltre, il nuovo insediamento sarebbe l’ennesima prova che i soldi per i presunti profughi ci sono sempre, mentre per i nostri disoccupati e le famiglie in difficoltà no.

 

Ormai le Prefetture si stanno trasformando in agenzie immobiliari.  Speriamo che gli altri sindaci del Tigullio non si facciano tirare per la giacchetta e continuino a resistere ai tentativi di far arrivare nuovi presunti profughi. Da Sestri Levante a Rapallo e negli altri comuni del levante non possiamo accoglierli in quanto non esistono spazi, né strutture idonee per ospitarli».

17 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO