Presidente di Liguria-Russia: stop embargo e sanzioni UE a Putin

3
CONDIVIDI
Il console del Conoslato Generale della Federazione Russa a Genova Anna Bulatova e il presidente dell'associazione Liguria-Russia Ubaldo Santi
Il console del Conoslato Generale della Federazione Russa a Genova Anna Bulatova e il presidente dell'associazione Liguria-Russia Ubaldo Santi
Il console del Consolato Generale della Federazione Russa a Genova Anna Bulatova e il presidente dell’associazione Liguria-Russia Ubaldo Santi

GENOVA. 28 MAR. Stop all’embargo e alle sanzioni UE contro la Federazione Russa. Senza se e senza ma perché a rimetterci è pure la Liguria. Il bocconiano genovese Ubaldo Santi è stato riconfermato all’unanimità presidente dell’associazione culturale Liguria-Russia, che si occupa anche di promuovere lo sviluppo economico della nostra regione. L’elezione è avvenuta l’altro giorno allo Starhotels President di Brignole alla presenza di duecento associati e di Anna Bulatova, console del Consolato della Federazione Russa a Genova, che ha portato i saluti del console generale Marat Pavlov.

“Abbiamo la comune volontà – ha detto Santi – di mantenere forte e viva l’amicizia con la Federazione Russa del Presidente Vladimir Putin, che sta dimostrando di essere un insostituibile partner strategico, capace di mantenere, verso il nostro Paese, una immutata simpatia. Stop all’embargo e alle sanzioni UE contro la Federazione Russa, che nel 2015 è costato all’export italiano 3,6 miliardi di euro. A rimetterci è stata pure la Liguria”.

Uno dei prossimi obiettivi dell’associazione è anche quello di portare a Genova il discendente degli Zar, S.A.I. il Granduca George Mikhailovic Romanoff di Russia, che ha promesso di venire nella nostra regione a giugno “perché la Liguria è bella, ma c’è anche da investire”. Il C.E.O. della Romanoff&Partners a fine gennaio aveva incontrato una delegazione di Liguria-Russia a Milano, in occasione della sua visita ufficiale in Italia.

 

Ecco i nomi del nuovo direttivo dell’associazione: Piero Piano (vice presidente e vicario), Stefano Bolfo e Angelo Sinisi (vice presidenti), Renzo Felici (tesoriere), Ivano Angelotti, Massimiliano Cattapani, Marco Costa, Mattia Croce, Milo Durante, Alessandro Evangelista, Maurizio Ferretti, Stefano Garassino, Corrado Leale, Maurizio Marceddu, Stefania Piano, Gianluca Savoini, Marco Sciaccaluga, Valentina Tokayuk, Massimiliano Traettino (consiglieri).

Tra i responsabili e collaboratori nominati nei vari settori e dipartimenti, ci sono molti professionisti di nazionalità russa. Tra gli altri, figurano pure i genovesi Fabio Orengo (Informatica e Comunicazioni), Federico Bertorello (Giuristi e Avvocati), Fabio Montobbio (Architettura e Luxury), Corrado Pecchia (Servizi assicurativi e societari), Claudio Eva (Università e Ricerca), Lorenzo Rixi (Grandi imprese italiane e Pubblica amministrazione), Gerolamo Burlando (Mercati esteri extra UE), Alberto Rosselli, Donatella Mascia e Fabio Bozzo (Editoria, Saggistica e Giornalismo), Cinzia Bruzzese (Magazine e Fotografia), Mattia Croce (Officina Giovani), Mario Tagliavacche e Natale Gatto (Consulta interna), Shuai Gao e Gianni Cuttica (Delegazioni e Rappresentanze), Giacomo Facchiano (Web editor), Enrico Cirilli (Finanza d’impresa e Consulenza aziendale). Cristina Casiraghi e Mario Filippo Brambilla sono tra i responsabili dei Rapporti con la Lombardia. Fabrizio Graffione

 

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO