Presentata la Quarta stagione artistica del Teatro della Maddalena

0
CONDIVIDI
Presentata la Quarta stagione artistica del Teatro della Maddalena

GENOVA. 6 OTT. Il Teatro Altrove ha presentato la sua Stagione 2016-17 realizzata con il sostegno della Compagnia di San Paolo (Maggior Sostenitore) nell’ambito della Scadenza Unica 2016 Performing Arts, sostenuta anche dal Comune di Genova. Una stagione che  lancia al pubblico l’invito a “vivere altrove”, ad appropriarsi di uno spazio che ha fatto della familiarità e dell’accoglienza il proprio biglietto da visita. Protagonisti dell’immagine coordinata della stagione saranno le persone comuni, ritratti tra le mura domestiche o in luoghi a loro familiari, a ricordare che l’Altrove è un luogo in cui sentirsi a casa.

Una stagione teatrale ricca che prevede un cartellone  interessante: da Qui città di M, monologo di Piero Colaprico  interpretato dal Premio Ubu Arianna Scommegna e dedicato a Milano e alle sue rapide trasformazioni, a Confessione con Michele di Mauro, sfogo di un ex presidente che ha portato il suo paese sull’orlo della crisi. Maestro di teatro contemporaneo di caratura internazionale, César Brie porta in scena il suo 120 kg di Jazz, la pluripremiato Compagnia MusellaMazzarelli debutta per la prima volta a Genova con lo spettacolo Figlidiunbruttodio, Mattia Fabris racconta la storia di Andre Agassi in Open, torna Christian Di Domenico con Nel mare ci sono i coccodrilli, storia di un bambino in fuga dall’orrore della guerra.

Spazio anche agli spettacoli targati Narramondo con La Terza Onda, una coproduzione con il Teatro Archivolto diretta da Elena Dragonetti con la partecipazione di 17 ragazzi delle scuole superiori, e A supposed person, reading dedicato alla figura di Emily Dickinson con Eva Cambiale e Carlo Orlando. Due autorevoli regie per due spettacoli interpretati da Nicola Pannelli: Jacopo Gassman firma la messa in scena di Confirmation, riflessione di Chris Thorpe sull’estremismo politico, mentre Valerio Binasco rilegge Agota Kristof in John & Joe, duetto comico e poetico in cui Pannelli è accompagnato da Sergio Romano. Una menzione a parte merita Interno Giorno, una nuova produzione Altrove che rappresenta la naturale prosecuzione del progetto di drammaturgia popolare intrapreso lo scorso luglio con lo spettacolo itinerante Altrove Out – Sguardi alle finestre.

 

Anche quest’anno tante le partnership: da quella consolidata con Andersen, la rivista e il premio dei libri per ragazzi, a quella con il Circumnavigando Festival che porta in scena Finding No Man’s Land. In collaborazione con il Teatro Cargo, inaugurerà la stagione teatrale Scintille, con l’aiuto di Arci Belleville, invece, andrà in scena Giovanni e Nori, la storia dei partigiani Visone e Sandra raccontata dalla voce di Daniele Biacchessi con il commento musicale dei Gang.

Ad aprile un focus fuori stagione dedicato a Svetlana Aleksievič, premio Nobel per la Letteratura nel 2015, vedrà Elena Arvigo portare in scena I monologhi dell’Atomica;Eva Cambiale e Carlo Orlando presentano invece l’anteprima di Ragazzi di zinco.

Torna anche la Stagione Ragazzi che propone prosa, racconti epici, illustrazione dal vivo e spettacoli-creazioni per i piccoli spettatori, come le Favole al telefono di Rodari, le acrobatiche danze di B+237 e gli spettacoli del Teatro del Piccione (A pancia in su, ed Escargot, nuova produzione 2017).

Le rassegne in pellicola e le finestre sul cinema contemporaneo saranno anche stavolta gli ingredienti della stagione cinematografica . Si parte il 15 ottobre con una serata di finanziamento della stagione, che metterà in palio premi e gadget a tema cinema e proporrà due rarità in 35 mm. Lunedì 17 inizia invece Intolerance: Cold War, retrospettiva dedicata al confronto tra la cinematografia statunitense e quella sovietica durante gli anni della Guerra Fredda: film come Viale del Tramonto e Ballata di un soldato, registi come Welles e Tarkovskij faranno rivivere al cinema l’eterno scontro tra americano e russi.

Anche quest’anno  appuntamento con Improland, session di jazz e improvvisazione a cura del collettivo HIC, e con i programmi di Radio Gazzarra, la web radio che trasmette dal foyer del teatro. Il circolo Arci Belleville proporrà ancora una volta il folk e la musica dei cantautori italiani contemporanei. E  la domenica non si rinuncia al ballo, alla musica occitana e alla danza delle quattro province.

FRANCESCA CAMPONERO

Per il programma completo consultare il sito: www.teatroaltrove.it

LASCIA UN COMMENTO