PRESENTATA IERI SERA LA GRANFONDO ANDORA-BIANCHI 2016

0
CONDIVIDI
Un momento delle presentazione della Gran Fondo

 

 

Un momento delle presentazione della Gran Fondo
Un momento delle presentazione della Gran Fondo

SAVONA. 26 AGOS. Presentazione in grande stile allo Sporting Club di Andora per la neonata “GranFondo di Andora-Bianchi” che si svolgerà nei giorni 2 e 3 aprile 2016. Già annunciati oltre duemila iscritti per una competizione che nel primo giorno verrà cimentarsi i ciclisti provvisti di bici ed indumenti storici (nella ciclo-storica di 32 chilometri del 2 aprile) ed il giorno successivo vedrà gareggiare gli agonisti insieme agli appassionati ciclo-amatori che saranno invece impegnati su uno spettacolare percorso di oltre 100 chilometri attraverso lo stupendo territorio offerto dalla Riviera di Ponente e dal suo entroterra.                                                                                                 “Quando sono venuti a parlarmi di questo progetto – ha raccontato il sindaco Mauro DeMichelis- ho pensato fosse una follia. Devo dire che dare fiducia a questi ragazzi si è dimostrata invece la scelta migliore. Si parla già di oltre duemila iscritti che da qui ad aprile potranno diventare molti di più. Un evento che sono certo fra atleti, accompagnatori e tifosi porterà nel nostro territorio almeno 6 mila persone: in un periodo di bassa stagione un risultato davvero straordinario”.

 

Fabio Petrini, patron del comitato organizzatore della gara, ha annunciato che la Granfondo Andora Bianchi si snoderà lungo un percorso di 110 chilometri e che toccherà Imperia e numerose località della costa e dell’entroterra. Gran parte del ricavato delle iscrizioni sarà devoluto all’ISAH, centro di riabilitazione di Imperia per bambini autistici. Sponsor principale dell’evento sarà Eurocaffé di Chiusavecchia, con Comune di Andora, Bici Bianchi, Associazione commercianti ed albergatori.         La gara farà parte del Circuito Coppa del Piemonte di cui sarà una delle prime tappe in programma. “Siamo appena nati – ha spiegato Fabio Petrini- e subito entrati nell’importante circuito piemontese. Si tratta di una occasione importante per tutti. Ho incontrato fra gli amici piemontesi molta serietà: loro cercavano di organizzare una tappa al mare e noi volevamo entrare già dalla prima edizione in un importante circuito nazionale. Ci siamo incontrati ed abbiamo subito concluso l’accordo”.                 La partenza da Andora alle 9 e 30 dalla piazza del mercato, il 3 aprile. Si salirà verso Stellanello per raggiungere Testico ed il bivio per il Passo del Ginestro. Successivamente si affronterà la strada per Cesio e Chiusanico, da qui una discesa spettacolare, di otto chilometri dalle caratteristiche tecniche impegnative, per arrivare a Chiusavecchia. Quindi si tornerà a salire sino al laghetto di Lucinasco. Successivamente il percorso prevede di raggiungere Ville San Sebastiano per inerpicarsi sull’ultima impegnativa ascesa del Colle D’Oggia che, in soli undici chilometri, porta a 1.172 metri sul livello del mare, la Cima Coppi della corsa. Da qui si scenderà al Colle San Bartolomeo per l’ultima fatica di giornata: il passo del Ginestro al culmine del quale inizierà la discesa che, dopo oltre 20 chilometri, riporterà i ciclisti al traguardo di Andora.                                                                                     Per due giorni verrà aperta ad Andora, in piazza Caduti di Nassirja, una cittadella della bici, con gli stand dei principali produttori di biciclette italiani e stranieri (e prodotti affini), con la presenza anche di un mercato storico del Ciclismo, che rappresenterà la gioia degli appassionati e collezionisti di cimeli e ricordi del ciclismo di ieri e di oggi.                                                                                            Infine a palazzo Tagliaferro sarà presentata, nei giorni precedenti le gare, la mostra fotografica: “ Bici d’altri tempi” occasione imperdibile per rivivere momenti indimenticabili del ciclismo storico locale, ligure, nazionale ed internazionale.

Alla presentazione dell’evento erano presenti un gran numero di amministratori locali e sindaci, tecnici, atleti, fotografi, giornalisti, operatori turistici e Vip.

CLAUDIO ALMANZI

LASCIA UN COMMENTO