Home Cultura Cultura Genova

PREMIO NAZIONALE PER L’INNOVAZIONE, ECCO I VINCITORI

2
CONDIVIDI

festival-scienza-2013GENOVA 1 NOV. Una luce Led intelligente, in grado di autoregolarsi in base all’illuminazione naturale permettendo così di dimezzare i costi. In una parola sola si chiama Ecolumière ed è il progetto vincitore assoluto dell’11° edizione del Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI), premio che è stato consegnato ieri al Teatro della Gioventù, durante una vera e propria festa dedicata alle tecnologie più innovative.
Oltre a Ecolumière, della categoria Agro-Food-Cleantech, il primo premio per la categoria ICT & Social Innovation è andato a Anymaker, il team che ha progettato una stampante 3D per bambini per permettere loro di creare giocattoli tridimensionali a partire da un disegno digitale.
Il progetto di retina artificiale On iris, sviluppato da IIT, l’Istituto Italiano di Tecnologia, e già vincitore assoluto di Smart Cup Liguria, ha vinto il primo premio per la categoria Life Sciences: si tratta di una protesi bio-mimetica in grado di ripristinare il funzionamento della retina in caso di cecità. Per la categoria Industrial è stato premiato Optosensing, sistemi in fibra ottica per il monitoraggio geotecnico e strutturale di infrastrutture, dighe, viadotti, gasdotti e aree territoriali a rischio.
Questi progetti sono stati selezionati tra ben 55 team di ricercatori in gara da tutta Italia, vincitori delle Start Cup organizzate nel corso dell’anno nelle università delle varie regioni d’Italia. Di questi, la giuria ha selezionato 16 finalisti che in soli 4 minuti hanno presentato la propria idea di business a una platea di studiosi, rappresentanti istituzionali, esperti dell’innovazione e investitori, nel corso della manifestazione organizzata da PNI Cube (l’associazione degli incubatori e delle business plan competition universitarie italiane) e patrocinata dal MIUR, con la collaborazione di Regione Liguria e FI.L.S.E. spa – Finanziaria Ligure per lo Sviluppo Economico.
“E’ stata una straordinaria occasione per verificare la capacità che la Liguria e il Paese sanno dimostrare nel produrre nuove idee – ha commentato l’assessore regionale allo Sviluppo Economico Renzo Guccinelli – le istituzioni devono essere in grado di sostenere questi talenti, che contribuiscono a rilanciare l’economia attraverso l’innovazione e le nuove tecnologie”.
“Sono felice e orgogliosa che PNI Cube abbia riconosciuto nel Festival genovese la casa della scienza, oltre che una vetrina di grande visibilità per le migliori idee innovative dei nostri ricercatori – ha spiegato Manuela Arata, presidente del Festival della Scienza e madrina dell’evento – in questo modo il Festival contribuisce a creare un sistema innovazione per l’intero Paese”.
Durante la serata, animata dal talk show sul tema Casi di innovazione moderato dal giornalista esperto di high-tech Riccardo Luna, sono stati assegnati anche premi speciali: Microsoft ha premiato Scloby, un sistema che permette di emettere scontrini e fatture direttamente da tablet e smartphone, e Scalable Data Analytics, che utilizza sistemi cloud per analizzare in maniera efficace grandi quantità di dati. “Il nostro gruppo è impegnato a sostenere le start up italiane attraverso il programma Microsoft Biz Spark, attivo da cinque anni”, ha commentato il direttore del Gruppo Developer and Platform di Microsoft Italia Anders Nillson.
Il team di Scalable Data Analytics ha ricevuto anche uno dei due riconoscimenti assegnati da Intel. L’altro è andato al progetto You Wrist Wees, dispositivo elettronico in grado di leggere le vibrazioni del polso e di trasmetterle a sensori utilizzati come comandi per componenti elettronici di vario tipo. Intel ha offerto la possibilità ai due vincitori di presentare i loro business plan a un rappresentante di Intel Capital, ventur capital di Intel, tra i più importanti al mondo. I progetti On Iris e Re Oil (un dispositivo in grado di riciclare gli oli usati di cucina ottenendo in cambio sapone e detersivi) hanno ricevuto il premio speciale Uk Trade & Investment.

2 COMMENTI

  1. La bio-mimetica come la green economy sono valori dinamici e attivi all’interno delle nuove strategie di mercato e delle nuove imprese, le quali sono legate sempre più al concetto di Societing e basate fondamentalmente sulle social innovation.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here