Home Politica Politica La Spezia

Posti da sogno: Slovenia e Bayreuth senza arabi e migranti, ma il Pd non accetta la realtà

13
CONDIVIDI
Il capogruppo comunale spezzino Fabio Cenerini con il governatore ligure Giovanni Toti

GENOVA. 22 AGO. “Bella la Slovenia senza arabi e immigrati”. Vacanze da sogno, nel senso di sicurezza garantita a tutti. La realtà per alcuni del centrosinistra è dura da digerire. Meglio dare del razzista, senza avere argomenti.

Alla Spezia non si placano le polemiche dopo l’affermazione pubblicata sui social dalla consigliera comunale Patrizia Saccone, prima eletta della lista Toti. A dar manforte all’ex assessora della precedente amministrazione di centrosinistra (passata dall’Idv a ‘indipendente’ nel centrodestra) ora spunta un altro consigliere comunale della maggioranza.

Si tratta del capogruppo della lista Toti, Fabio Cenerini, che ha pubblicato sui social una foto da Beyreuth, città tedesca gemellata con La Spezia: “Ordine, pulizia, sicurezza, un altro pianeta. Perché è così difficile da noi vivere così?”.


Poi il capogruppo si è rivolto a Saccone, finita nel mirino dei buonisti: “Cara Patrizia, anche qua zero parcheggiatori e venditori abusivi, lavavetri, accattoni. Non si vede un immigrato. Degrado pari a zero. Impariamo”.

La realtà descritta dalla consigliera comunale spezzina ieri aveva provocato indignate reazioni nel centrosinistra. L’esponente dei Giovani del Pd di La Spezia e renziano Houssem Dalhoumi, di origine tunisina, aveva addirittura parlato di “parole piene di un odio celato”.

“La verità – ha replicato Saccone – è che siamo tutti stufi di vedere immigrati o profughi al parcheggio, ai semafori, fuori dai supermercati. E siamo stufi pure di vedere quanta premura lo Stato mette per proteggere gli individui di etnia rom. Se lo dici sei razzista. Non si tratta del colore della pelle, ma di persone che delinquono e che non gradisco nel mio Paese”.

https://www.facebook.com/houssem.dalhoumi.7

https://www.facebook.com/iperpatty

https://www.facebook.com/fabio.cenerini

 

13 COMMENTI

  1. Senza di loro i compagni non investivano nelle coop. Tutti i soldi che hanno preso dall’Europa per la sistemazione dei migranti dove sono? Nelle loro tasche e questi fuori dai negozi nelle nostre città senza una speranza di futuro come noi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here