Poste Italiane presenta domanda per quotazione in Borsa

0
CONDIVIDI
Poste Italiane S.p.A. ha  presentato la domanda di  quotazione in Borsa
Poste Italiane S.p.A. ha presentato la domanda di quotazione in Borsa

ROMA. 11 AGO. A seguito dell’Assemblea degli Azionisti del 31 luglio 2015, Poste Italiane S.p.A. ha oggi presentato a Borsa Italiana la domanda di ammissione a quotazione delle azioni della Società sul Mercato Telematico Azionario e alla CONSOB la richiesta di autorizzazione alla pubblicazione del prospetto informativo relativo all’offerta pubblica di vendita e alla quotazione delle azioni medesime.

A livello tecnico, UniCredit Bank AG, Banca IMI S.p.A., Citigroup Global Markets Limited, Merrill Lynch International e Mediobanca–Banca di Credito Finanziario S.p.A. agiscono quali coordinatori dell’offerta globale.

Mediobanca–Banca di Credito Finanziario S.p.A. agisce quale responsabile del collocamento e sponsor.

 

I Joint Bookrunners del collocamento istituzionale sono: UniCredit Bank AG, Banca IMI S.p.A., Citigroup Global Markets Limited, Merrill Lynch International, Credit Suisse Securities (Europe) Limited, Goldman Sachs International, J.P.Morganplc, Morgan Stanley International plc, Mediobanca–Banca di Credito Finanziario S.p.A.e UBS Limited.

Rothschild agisce in qualità di advisor finanziario di Poste Italiane, mentre Lazard è l’advisor finanziario del Ministero dell’Economia e delle Finanze, Azionista venditore.

Clifford Chance e BrancadoroMirabile agiscono in qualità di advisor legali della Società, Gianni Origoni Grippo Cappelli &Partners in qualità di advisor legale del Ministero dell’Economia e delle Finanze, Azionista venditore, e Chiomenti Studio Legale e Shearman& Sterling LLP in qualità di advisor legali dei coordinatori dell’offerta globale e dei Joint Bookrunners.

La società incaricata della revisione legale dei conti di Poste Italiane è PricewaterhouseCoopers.

LASCIA UN COMMENTO