Portofino Rolex Trophy 2015. Tuiga al comando

0
CONDIVIDI
Cielo soleggiato e vento regolare da mezzogiorno di 10 nodi di intensità per Venerdì 18 settembre, secondo giorno di regate del Portofino Rolex Trophy
Cielo soleggiato e vento regolare da mezzogiorno di 10 nodi di intensità per Venerdì 18 settembre, secondo giorno di regate del Portofino Rolex Trophy
Cielo soleggiato e vento regolare da mezzogiorno di 10 nodi di intensità per Venerdì 18 settembre, secondo giorno di regate del Portofino Rolex Trophy

GENOVA. 19 SET. Cielo soleggiato e vento regolare da mezzogiorno di 10 nodi di intensità per Venerdì 18 settembre, secondo giorno di regate del Portofino Rolex Trophy, organizzato a Portofino dallo Yacht Club Italiano con la partnership di Rolex.

Le ottime condizioni meteo hanno permesso al Comitato di Regata di dare il via a due prove, che si sono svolte entrambe su percorsi a bastone di 9 miglia per i 15 Metri S.I e di 6 miglia circa per i 5.50 S.I, con arrivi distinti.

La prima regata ha preso il via poco dopo le undici: a vincere tra i 15 Metri S.I è stata Tuiga, con al timone Pierre Casiraghi, seguita da Mariska e da Hispania.

 

Tra i 5.50 S.I si è affermata Carabella di Alfredo Delli, seconda Manuela V di Guido Tommasi, terza Cinquecinque di Alain Marchand.

Il vento, rimasto stabile e regolare, ha consentito di disputare una seconda prova, iniziata dopo le 13 e vinta nuovamente da Tuiga tra i 15 Metri S.I mentre Whisper di Richard Leupold tagliava per prima la linea di arrivo tra i 5.50 S.I.

Questa la classifica generale provvisoria dopo la regata svoltasi ieri e le due di oggi:

Classe 15 Metri Stazza Internazionale

1. Tuiga

2. Mariska

3. Hispania

4. The Lady Anne

Classe 5.50 Metri Stazza Internazionale

1. Carabella di Alfredo Delli

2. CinqueCinque di Alain Marchand

3. Whisper di Richard Leupold

4. Manuela V di Guido Tommasi

5. Tara di Maria Cristina Rapisardi

6. Kukururu di Giuseppe Matildi

Il Portofino Rolex Trophy prosegue oggi, sabato 19 settembre, con l’ultimo giorno di regate.

Internet: www.yci.it

LASCIA UN COMMENTO