Portofino a rischio come il Giglio, Capitaneria sotto accusa in Parlamento

0
CONDIVIDI
Una nave da crociera a Portofino: il caso è finito in parlamento, ma il consigliere regionale del Carroccio Alessandro Puggioni difende scelte della Capitaneria di porto
Una nave da crociera a Portofino: il caso finisce in Parlamento
Una nave da crociera a Portofino: il caso della nuova ordinanza della Capitaneria finisce in Parlamento

GENOVA. 23 LUG. Un provvedimento solo per i ricchi, che mette a rischio la perla naturalistica di tutti. Gli ambientalisti, in sostanza, lo vedono così.

Il presidente della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati, Ermete Realacci, ha presentato nei giorni scorsi un’interrogazione parlamentare ai ministri Delrio e Galletti sul provvedimento della Capitaneria di porto di Santa Margherita, che con l’arrivo dell’estate ha ridotto ulteriormente il limite di avvicinamento delle navi da crociera all’area marina protetta di Portofino.

Tale limite è passato da 0.7 a 0.3 miglia e le associazioni di ambientalisti hanno subito gridato all’allarme, ricordando la sciagura della Costa Concordia all’isola del Giglio.

 

La levata di scudi era arrivata anche da Legambiente, per bocca del presidente ligure Santo Grammatico, e dal Fai. Il provvedimento viene contestato soprattutto perché sarebbe stato adottato solo per scopi commerciali-turistici, senza tenere conto dell’ambiente e del rischio di un nuovo disastro ecologico.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO