Porto Venere e Parking, per la Gdf danno da 2.3 mln

0
CONDIVIDI
Solidarietà alle persone colpite da sisma, Porto Venere ed Ameglia sospendono manifestazioni
Comune di Porto Venere
Comune di Porto Venere

LA SPEZIA. 6 APR. Un’indagine della Guardia di finanza su mandato della Corte dei Conti ha evidenziato un danno erariale da oltre 2.300.000 euro al Comune di Porto Venere per la realizzazione di un parcheggio multipiano inaugurato a Fezzano dalla società Porto Venere Sviluppo nel 2013.

Le Fiamme Gialle avrebbero contestato violazioni sull’affidamento e la gestione dell’appalto e su alcune varianti eseguite in corso d’opera.

Secondo i militari la struttura sarebbe molto sovradimensionata rispetto al bacino d’utenza di Porto Venere, sia per numero di posti auto in vendita, sia per gli stalli a rotazione.

 

Il Comune, per la sua costruzione, ha contratto un mutuo di oltre 1.800.000 euro, senza preventivi che attestassero un adeguato ritorno economico.

Sempre secondo le Fiamme Gialle, essendo la società Porto Venere, legata al Comune omonimo la responsabilità amministrativa del danno erariale ricadrebbe sui diversi sindaci del Comune e agli amministratori della società partecipata succeduti nel tempo.

LASCIA UN COMMENTO